La casa in stile orientale: come dare un tocco esotico agli ambienti [FOTO]

da , il

    La casa in stile orientale vuole ricreare quell’atmosfera unica ed esotica che può trasportarci in quei luoghi dove l’equilibrio non è solo esteriore ma è anche conseguentemente interiore. Nello stile orientale rientra la filosofia Feng Shui cinese, quella Zen giapponese e il minimalismo orientale, che hanno come comune intento quello di dare un impatto visivo armonioso, pacato, piacevole, e mai aggressivo.

    Gli stili compresi in quello che comunemente viene chiamato orientale sono: lo stile nipponico, lo stile Zen, il minimalismo orientale, il Feng Shui, e lo stile cinese. Gli elementi che accomunano tutti questi stili sono i materiali utilizzati e la filosofia votata al benessere del corpo e della mente, al rapporto con la natura, all’essenzialità dell’arredo, all’equilibrio, e all’ordine.

    Mobili e accessori nella casa orientale

    Mobili e accessori nella casa orientale

    Il minimalismo deve essere la linea guida per dare un tocco orientale agli interni: forme pulite, moderne dove è lo spazio a dettare legge. I mobili in stile asiatico sono squadrati, minimalisti e puntano tutto sul concetto di essenzialità. Gli arredi sono costruiti con materiali naturali come il legno o la carta, e i tessuti da utilizzare per dare un tocco esotico agli ambienti sono naturali, come l’organza, il lino, la seta, che siano stropicciati, lucidi o plissè. Nei paesi orientali in occasione di cene, feste o altro ci si siede su cuscini o pouf, quindi via libera a questi complementi da spargere soprattutto nella zona living.

    Il sistema di illuminazione deve essere semplice e basato su elementi dal candido colore latteo.

    L’importanza dei colori nella casa orientale

    L'importanza dei colori nella casa orientale

    I colori sono molto importanti soprattutto se consideriamo la filosofia del Feng Shui che associa ad ogni nuance una determinata qualità benefica. Le tonalità da utilizzare per gli arredi, i complementi e i tessuti sono il verde e il marrone perché rappresentano la natura, il blu perché è il colore del relax ed è quindi adatto per la zona notte, il rosa adatto alla zona giorno in quanto simboleggia l’amore e il rosso e l’arancio perché possono essere utilizzati come fonti di energia per la propria anima. Per quanto riguarda il colore delle pareti, lo stile orientale è caratterizzato da tonalità chiare o quanto meno uniformi.

    Un tocco di verde in casa

    Un tocco di verde in casa

    Nella casa in stile orientale il rapporto con la natura gioca un ruolo speciale. La vista su una terrazza piantumata, su un giardino o anche la presenza di vasi verdi o fioriti con una composizione ikebana può essere utile a ricreare un rapporto uomo-natura che in oriente rimane imprescindibile.

    Un ultimo consiglio: Anche il profumo dell’ambiente non va sottovalutato, infatti diffusori di profumi e incenso ricoprono un ruolo essenziale.

    Arredare in stile zen