I locali migliori a Milano dove fare l’aperitivo [FOTO]

da , il

    L’aperitivo, a Milano, come nella maggior parte delle città, ormai è diventato una vera e propria istituzione, una sorta di rito irrinunciabile per scrollarsi di dosso la giornata di lavoro con un buon bicchiere di vino. Ma quali sono i locali migliori del capoluogo lombardo dove concedersi un happy hour come si deve? Stilare una classifica è pressoché impossibile, complice il numero spropositato delle scelte offerte dalla Milano da bere, ma consigliare alcuni dei locali più in voga del momento o rispolverare il fascino mai sopito di alcuni bar storici della città è una missione più fattibile.

    L’aperitivo, bere e spiluccare in compagnia

    Sono proprio cibo e bevande gli ingredienti fondamentali dell’aperitivo o, per dirla con un termine arrivato da oltremanica, dell’happy hour. Non si tratta solo di bere un calice di vino, un cocktail o una birra prima di cena, la maggior parte dei locali, dalle 18 alle 21 offre anche un buffet di assaggini, di stuzzichini e salatini, pasta e riso, più o meno ricco. La formula è semplice, prendendo una bevanda, a un prezzo fisso, si ha diritto anche al “banchetto”.

    A Milano, le zone “calde” o, comunque, più gettonate per l’ora dell’aperitivo, sono, oltre ai Navigli, corso Como e Sempione.

    Aperitivo sì, ma dove?

    Uno dei bar storici del capoluogo lombardo, il Magenta, in via Carducci all’angolo con corso Magenta, è la meta perfetta per un aperitivo gustoso, per sorseggiare un ottimo bicchiere di vino avvolti da un’atmosfera da vecchia Milano. Un’istituzione per le notti milanesi, il Roialto (via Piero della Francesca), con i suoi arredi e il design anni ’60, è il locale giusto per la cena, ma anche per l’aperitivo. Simile, ma non uguale, il Milano Cafè (via Procaccini), è un locale che ricorda un salotto “buono”, arredato con cura (quasi maniacale) dei dettagli, con pezzi della storia del design italiano e internazionale, in cui si può approfittare del ricco buffet e della buona offerta di vini e cocktail.

    In quanto a cura dei dettagli, anche il Noon (via Boccaccio) non scherza: un bar lounge dove si può gustare un buon cocktail approfittando del ricco buffet. Il “concept-bistrot”, come ama autodefinirsi, Corsia del Giardino, in via Manzoni, è uno spazio tra città e natura, metropolitano quanto basta per renderlo uno dei nuovi punti di riferimento per l’happy hour a base di stuzzichini a prova di gourmet.

    Alle colonne di San Lorenzo, uno dei centri nevralgici delle serate milanesi, si può sorseggiare uno dei bizzarri cocktail molecolari offerti dal Ralph’s, un locale dallo stile minimal, un po’ newyorkese un po’ parigino dalla caratteristica insegna anni ’50. Divani bianchi, luci soffuse, ottimi drink e stuzzichini deliziosi sono alcuni, invece, dei tratti caratteristici de La Terrazza di via Palestro.

    Per un happy hour salutista e alternativo, il Ghea (via Valenza, zona Porta Genova), un vero laboratorio di cucina naturale, è la scelta giusta: qui l’aperitivo è a base di ricette vegane e vegetariane, le bevande sono centrifugati, vini biodinamici o birre biologiche.

    Bizzarro, ma delizioso, l’aperitivo tra le meraviglie ittiche del locale I Pesciolini, in corso Porta Romana, a metà strada tra la pescheria, la gastronomia e il locale alla moda. Per un aperitivo informale, con stuzzichini di origine biologica, in zona Naviglio Ticinese, il Life è l’ideale. Nella stessa zona, in piazza Vetra, c’è il Fly: dalla sua piccola cucina a vista escono, per l’aperitivo, sfiziose tapas e, oltre alla sala interna ha anche un arioso porticato dove sorseggiare un buon calice di vino.