“Holiday on Ice – Mystery” a Milano dal 31 dicembre al 10 gennaio

da , il

    Lo spettacolo Holiday On Ice-Mystery sarà a Milano dal 31 dicembre al 10 gennaio 2010. Uno spettacolo magico, misterioso e macabro che inizia con una viaggio nell’Oriente misterioso, fonde elementi di magia e ignoto in una stravaganza di virtuosismi su ghiaccio. Questa produzione si distingue per le nuovissime ed originali scene disegnate ad hoc dal famoso designer Bart Clement e per i fastosi costumi del francese Edward Piekny. Diretto da Anthony van Laast, con le coreografie di Robin Cousin e gli arrangiamenti musicali di Michael Reed, Mystery offre un viaggio sorprendente nell’immaginazione sul ghiaccio.

    Una zingara chiromante condurrà gli spettatori nei vari quadri dello spettacolo, prima compiendo un numero lento e sensuale accompagnata dalla versione vocale femminile del classico di Barry Manilow “Could it be magic” con l’accompagnamento di un violino. Un enorme libro di favole appare sul ghiaccio, e attraverso un’illusione, la chiromante scompare lasciando il posto ad Alice nel paese delle Meraviglie di Lewis Carroll. La nota favola, che comincia con musica swing, segue le avventure di Alice e dei suoi scervellati protagonisti, inclusi il Bianconiglio, il Cappellaio Matto e la Regina di Cuori.

    La famosa musica del compositore francese Camille Saint-Saens da vita alla Danza Macabra, un numero originale caratterizzato da costumi tetri e scuri e da un pizzico di bizzarria. Il numero denominato Hypnotica annovera una sorprendente sequenza di acrobazie sospese, sulle musiche di Afro Celt Sound System. Il numero del Medley Magico, ambientato in una scuola americana, vede al centro della scena uno scuolabus tridimensionale ed è accompagnato da una svariata serie di canzoni classiche.

    Il secondo atto si apre con un viaggio nello Zodiaco, un divertente omaggio ai segni zodiacali, con una carrellata di brani e stili differenti e di costumi che spaziano dal meraviglioso al surreale. Poi, da una passeggiata nel parco si passa ad un incontro romantico.

    La chiromante ritorna in scena con un numero di danza brioso nella Hungarian Rapsody. Un affascinante viaggio alla terra di mezzo esplorando il regno del soprannaturale delle fate e dei goblin. Mystery finisce con un tributo al successo teatrale e cinematografico di “The Wiz”.

    Il compositore Michael Reed ha contribuito alla creazione della colonna sonora di Mystery: “Questo è stato senza dubbio lo spettacolo più piacevole di Holiday on Ice a cui io abbia mai lavorato, perché ogni cosa si è amalgamata insieme senza difficoltà” dice Reed. La colonna sonora finale di Mystery copre un ampio spettro di stili musicali che vanno dal rock and roll, al classico, al country fino alla new age. “La sfida è stata quella di mettere insieme brani differenti in uno stesso lavoro, così che sembri che la musica esca dalla stessa penna”.

    I numeri dello show

    • L’ensamble dei pattinatori di Mystery percorre dai 6 agli 8 chilometri per ogni show, questo dipende dalla misura della pista di ghiaccio che viene allestita nelle diverse sedi;

    • Durante lo spettacolo vengono indossati 350 costumi diversi;

    • I protagonisti di Mystery cambiano costume 5 o 6 volte durante lo spettacolo mentre l’ensamble dalle 8 alle 10 volte;

    • Il cambio costumi va dai 30 secondi ai 5 minuti per ogni pattinatore dell’ensamble;

    • I protagonisti interpretano dai 2 ai 4 ruoli ogni show, mentre l’ensamble dai 7 ai 9 ruoli diversi;

    • Il cast e gli addetti ai lavori di Mystery parlano 10 lingue diverse e provengono da 17 differenti nazioni;

    • Numeri più pericolosi eseguiti durante lo spettacolo:

    - per le coppie l’ankle spin,

    - per gli assolo il back flip

    - mentre nei numeri in “volo”, in cui i pattinatori sono sospesi, ogni acrobazia è pericolosa.

    Lo spettacolo sarà al Palasharp di Milano dal 31 dicembre 2009 al 10 Gennaio 2010. Poi si sposterà allo Stadium 105 di Rimini dall’11 al 17 gennaio 2010 e al Palatorino dal 18 al 24 gennaio 2010.

    info e costi: www.palasharp.it