Gioielli fai da te: come fare i nodi macramè [FOTO]

da , il

    Avete voglia di sperimentare nuovi modi per realizzare gioielli fai da te? Ecco allora una nuova guida che vi introdurrà nel fantastico mondo dei bijoux realizzati con i nodi macramè: si tratta di una tecnica molto particolare che consiste nella realizzazione di gioielli (in particolare di collane e bracciali), mediante l’intrecciamento di fili di cotone di diverso tipo (generalmente fili di cotone cerato). Di seguito troverete le istruzioni per realizzare i principali nodi della tecnica, con tanto di fotografie che vi illustreranno i risultati finali.

    Nodi macramè piano dappoggio 150x92

    Piano d’appoggio: per realizzare il tombolo prendete un pezzo di legno di media pesantezza e rivestitelo più volte con dell’ovatta a metraggio. Ora con dei vecchi tessuti di cotone continuate a girare attorno per indurire e compattare l’imbottitura. Per ultimo rivestite con un tessuto a tinta unita.

    Nodi macramè avviatura 150x92

    Avviatura: fissate il filo portanodi (è il filo sul quale si formano i nodi) sul tombolo con gli spilli. Tagliate i fili che vi serviranno per il vostro lavoro, prendetene uno alla volta, piegatelo a ,età, agganciatevi al filo portanodi facendo passare i due capi del filo nel cappio.

    Nodi macramè cordoncino orizzontale 150x93
    Nodi macramè cordoncino orizzontale parte 2 150x90

    Cordoncino orizzontale: dopo aver avviato diversi fili, si esegue usando come portanodi il primo filo di sinistra (se il lavoro va da sinistra a destra) o l’ultimo filo di destra (se il lavoro va da destra a sinistra). Tenete con la mano destra il primo filo di sinistra (filo portanodi) e con la mano sinistra avvolgete su di esso i fili sottostanti facendo due nodi ciascuno. Il portanodi deve restare orizzontale.

    Nodi macramè cordoncino obliquo 150x92

    Cordoncino obliquo: si esegue come quello orizzontale, tenendo però il primo filo obliquo. Ogni filo va avvolto sempre 2 volte stringendo bene. La mano che tiene il filo portanodi è sempre quella nel cui senso si fa il cordoncino, con l’altra si fanno i nodi. Ricordate che il filo portanodi sta sempre sopra.

    In questo articolo troverete invece altri nodi, di livello un po’ superiore.