Fiori di loto: come coltivarli in casa

I fiori di loto sono delle piante acquatiche molto particolari, che possono essere coltivate all’interno di un laghetto artificiale anche in giardino, partendo dai semi o dai tuberi. Le loro foglie sono molte decorative, così come i fiori di diversi colori. Come coltivarli in casa? Qual è il periodo della fioritura?

da , il

    Fiori di loto: come coltivarli in casa

    Fiori di loto, come coltivarli in casa? I fiori di loto sono fiori molto delicati, oltre ad essere considerati sacri per l’Induismo e per il Buddhismo: questi vantano, infatti, delle foglie molto decorative e possono essere utili anche per la decorazione di stagni o laghi. Il fiore di loto – il cui nome scientifico è Nelumbo Adans ed è appartenente alla famiglia delle Nelumbonaceae, comparse sulla Terra 80 milioni di anni fa circa – è una pianta acquatica, ma non per questo è difficile coltivarla in casa, partendo dai semi o dai tuberi: basta, infatti, seguire alcuni piccoli accorgimenti per ottenere dei fiori di diverse dimensioni e colori, come il rosa, il bianco, il rosso e il giallo. Dove si comprano i semi del fiore di loto? Come piantarli? Come coltivarli in vaso? Qual è il periodo della fioritura? Ecco alcuni utili consigli sulla coltivazione di questi bellissimi fiori.

    Dove si comprano i semi del fiore di loto

    Dove si comprano i semi del fiore di loto? Se amate le piante e avete tempo da dedicare alla cura del giardino, potete decidere di procedere alla coltivazione dei fiori di loto tramite i semi.

    I semi dei fiori di loto possono essere acquistati presso il vostro vivaio di fiducia, oppure online: ricordate di acquistarne un bel po’, perché su 12 semi circa potrebbero germogliarne molti meno, anche solo 6 o 4.

    Semi di fiori di loto, come piantarli

    I semi di fiori di loto secchi, come piantarli? Come prima cosa, è necessario incidere i semi: potete grattare la parte esterna con una raspa metallica.

    Una volta fatto ciò, riponete i semi in un bicchiere di acqua tiepida: cambiate l’acqua ogni giorno finché i semi non germoglieranno, ci impiegheranno circa 5 giorni. È bene tenere presente che i semi che galleggiano non sono fertili.

    Dopo averli messi in acqua, monitorate i semi: dovrebbero raddoppiare di volume nel giro di un giorno circa.

    Come coltivarli in vaso

    Come coltivarli in vaso? Dovrete scegliere il vaso adatto alla coltivazione del fiore di loto, così da garantire la corretta crescita dei fiori.

    Potreste scegliere un vaso di plastica, ma quest’ultimo dovrà essere rotondo, non forato sul fondo e molto grande: queste sono le caratteristiche fondamentali da garantire, perché questi fiori sono abbastanza delicati.

    Essendo le punte dei tuberi molto fragili e sviluppandosi verso gli angoli, potrebbero danneggiarsi all’interno di un vaso stretto e quadrato.

    Il foro nel fondo è meglio che non ci sia, in quanto sarà necessario aggiungere dell’acqua per lo sviluppo ottimale dei fiori.

    Profondità per la coltivazione del fiore di loto

    Qual è la profondità per la coltivazione del fiore di loto? La piantina dovrà essere travasata in un vaso che sia riempito per un terzo di acqua e per due terzi di torba scura o terriccio argilloso per laghetti artificiali: il trapianto del fiore di loto dovrebbe avvenire all’incirca una settimana dopo la semina.

    Inoltre, man mano che la pianta crescerà, potrebbe essere necessario garantirle una maggiore profondità e uno spazio maggiore, spostandola all’interno di una vasca idroponica: questa vasca dovrà essere riposta in un luogo soleggiato e dovrà essere riempita fino all’orlo.

    Nel trapianto, prestate particolare attenzione per non danneggiare il tubero, che dovrà essere riposto sulla superficie dell’acqua dove dovrebbe galleggiare: l’acqua dovrà essere cambiata ogni 7 giorni circa, per evitare la formazione di alghe e, quando il tubero svilupperà le parti verdi, fissatelo al fondale con un sasso.

    Come coltivare i fiori di loto dai tuberi

    Potreste coltivare i fiori di loro anche a partire dai tuberi: questi dovranno essere sistemati all’interno di una ciotola con dell’acqua tiepida da cambiare ogni 5 giorni circa.

    Successivamente, si potrà riempire un vaso con del terriccio – 60 per cento di argilla e 40 per cento di sabbia di fiume – e sistemarlo in una catinella, così che il livello dell’acqua in questa ultima arrivi al bordo del vaso.

    Dopo qualche giorno, potrete sistemare il vaso in un laghetto, così da garantire ai fiori una maggiore profondità.

    Il periodo per la fioritura dei fiori di loto

    Qual è il periodo per la fioritura dei fiori di loto? Per quanto riguarda la coltivazione, tenete presente che i fiori di loto, per poter sbocciare, hanno bisogno di un periodo di almeno 60-90 giorni con temperature comprese tra 24°-30° e almeno 6 ore di luce solare diretta.

    Se dovesse capitare che l’acqua in superficie ghiacci, non c’è comunque pericolo per la pianta che sopravviverà e riprenderà la propria vegetazione durante la bella stagione.

    Per quanto riguarda la temperatura, i fiori loto crescono bene in un ambiente soleggiato e sono, quindi, da evitare le fonti di ombra: ad ogni modo, la temperatura non dovrebbe superare i 35 gradi; mentre, quella dell’acqua i 21 gradi circa.

    La potatura e la concimazione dei fiori di loto

    Infine, potrebbe essere necessario ricorrere alla potatura dei fiori di loto, quando necessario: rimuovete le parti ingiallite, tagliando solo gli steli al di fuori della superficie dell’acqua.

    La concimazione, invece, potrà essere effettuata attraverso pastiglie per piante acquatiche, ma solo dopo il primo anno.

    Dolcetto o scherzetto?