Ficus Bonsai, come coltivare e prendersi cura di una pianta da interno

da , il

    ficus bonsai

    Se avete deciso di portare a casa con voi un bel ficus bonsai o se ve ne hanno regalato uno in occasione delle recenti feste di Natale 2011 , ma non sapete assolutamente come fare per poterlo vedere crescere bello rigoglioso, ecco a voi tutti i nostri consigli per prendervi cura di questa pianta che, lo ricordo, è rigorosamente da interno. Non ama infatti né il caldo troppo intenso né il freddo troppo gelido, quindi meglio tenerlo protetto tra le mura domestiche, possibilmente lontano fonti di calore (termosifoni, stufette o quant’altro) che possano arrecare danni alla pianta.

    I bonsai, ottime idee per realizzare splendide bomboniere, perché pezzi di arredo green molto belli per la nostra casa e il nostro ufficio, hanno bisogno di cure ben specifiche per poter crescere belli e sani. Il ficus ben si appresta a diventare un alberello in miniatura di cui andare fiere: vediamo allora come si può coltivare questa pianta da interno.

    Il ficus è perfetto per realizzare un bonsai da tenere con orgoglio in casa: per chi è alle prime armi con queste piante in miniatura, è l’ideale, anche perché non è troppo delicato e se si commette qualche errore è facile correre ai ripari. Non ha bisogno di tantissima acqua, ma quello che più conta è che l’ambiente circostante sia abbastanza umido. Un clima troppo secco è deleterio per il ficus bonsai.

    Per quanto riguarda la potatura, dovrete andarci caute, perché potreste causare danni irreparabili all’alberello. Meglio optare per uno sfoltimento delicato delle chiome in eccesso. E ricordatevi di concimare il terreno, che dovrà essere drenante, più volte durante il corso dell’anno!

    E se questi consigli non vi bastano, ecco le nostre dritte per poter realizzare un bellissimo giardino zen con i bonsai: per una casa a prova di stress! :)

    Foto di OpenEye.