Fai da te: riordinare la propria biblioteca

da , il

    Panico ragazzi! Questo mio post nasce dal panico che ho provato ieri sera quando cercavo un libro nella mia libreria e ho dovuto metterla letteralmente sottosopra. E’ stato allora che ho capito di non averla sistemata al meglio. Insomma, come si può riordinare i libri nel modo giusto? E soprattutto, esiste un modo giusto? O forse ognuno ha il suo criterio? Secondo me vale l’ultima opzione. I modi per sistemare i libri sugli scaffali possono essere molteplici ma di certo ognuno di noi ha il metodo perfetto che parte da un punto di vista e sviluppa un vero e proprio percorso.

    Partiamo dal metodo più semplice: l’ordine alfabetico. Perfetto per chi non troverebbe in nessun altro metodo una valida alternativa. In pratica non si fa che mettere in ordine i libri seguendo le iniziati del titolo. E’ di certo un metodo veloce e pratico per chiunque, anche per i più distratti. Si potrebbe anche ordinare per casa editrice o per autore.

    Seconda possibilità è l’ordine per argomento. Questo metodo è perfetto se avete una libreria che offre un’ampia panoramica di soggetti. Sistemateli divisi per tema affrontato e all’interno del tema in ordine alfabetico. Più argomenti trovate più diventa facilmente consultabile la libreria stessa.

    Ordine arcitettonico è il terzo metodo. In pratica farli diventare oggetti di arredamento. Avete presente le “torri” di libri negli angoli della casa? Ecco proprio quelli. Possono diventare anche dei tavoli per esempio. E’ una scelta che magari non fa impazzire le maniache dell’ordine ma di certo fa molto “intellettuale”.

    Quarto metodo per donne che amano l’estetica: i libri ordinati per colore della copertina. L’effetto è molto divertente e di grande effetto e la libreria apparirà ordinata. Magari divertitevi ad accostare i colori in modo da creare una sorta di quadro contemporaneo.

    Se comprate libri in grandi quantità potreste ordinarli per ordine di arrivo. Niente di particolarmente curato o scientifico: semplicemente l’ultimo libro acquistato è più visibile. Magari aiutatevi con un file sul pc in cui aggiungete ogni titolo comprato.

    Se siete perennemente nostalgiche allora dovreste sistemare i libri a seconda del momento in cui li avete comprati. Magari per periodi della vita o per persone conosciute. Si sa che spesso i libri cambiano valore a seconda del momento della vita in cui li si legge.

    E veniamo a chi proprio non riesce a mantenere questi ordini. In questo caso c’è una sola soluzione: il disordine. Insomma lasciate che i libri sembrino vivi nella loro casa-libreria. Senza alcun ordine o regola. Quello che ci vuole per tenere la mente allenata.

    In linea generale prendete l’abitudine, ogni tanto, di cambiare l’ordine della libreria. Vi aiuterà a riprendere in mano volumi magari messi da parte, emozioni vissute, desideri nascosti, mondi raccontati. E magari vi verrà voglia di rileggere un libro.