Dieta Barf per gli animali domestici

da , il

    Dieta Barf

    Chi l’ha detto che Fido e Micio, gli animali domestici migliori amici dell’uomo, non possono scegliere una dieta su misura per loro? Secondo alcuni esperti la Barf è la migliore possibile. È la dieta ideale per alimentare gli animali domestici, cani ma anche gatti, nel modo corretto. Di cosa si tratta?

    Essenzialmente, di una dieta, come suggerisce la sigla stessa “Bones and Raw Food” oppure “Biologically appropiated Raw Food”, di un regime alimentare per gli amici a quattro zampe bastato sopprattutto su cibo crudo, carne e ossa, biologicamente corretto. Alimenti crudi ideali per la loro esigenze nutrizionali e fisiologicamente adatti alle loro necessità organiche, sia che in casa ci sia un cane o un gatto. Un esempio? Il tratto digerente dei cani, corto ma ricco di enzimi, è perfetto per la carne cruda. Al contrario, cereali e farine sono praticamente assenti da questa dieta, perché considerati prodotti alimentari inutili per gli animali domestici.

    Tutta questione di riportare gli animali domestici all’alimentazione che avrebbero se vivessero ancora allo stato brado, se vivessero in libertà e fossero costretti a cacciarsi il cibo, invece di trovarlo ben disposto in una ciotola. Tra i benefici di questo scelta “crudista”, secondo i suoi sostenitori ci sono: alta digeribilità (miglioramento della produzione fecale e di eventuali disturbi digestivi); assenza di tartaro dentale; miglioramento della qualità delle unghie e del pelo; miglioramento di dermatiti e altri problemi simili; notevole risparmio economico.

    Gli alimenti sì e la dieta tipo

    Oltre alla carne cruda, alle frattaglie e alle ossa, via libera anche alle verdure, ideali per fare dei frullati da abbinare ad altri alimenti nella dieta quotidiana. In particolare, si può scegliere tra bietole, spinaci, insalata romana, foglie di sedano, zucchine e carote, mentre è meglio limitare verse, cavolfiori e broccoli, rischiosi per la funzionalità tiroidea, ed eliminare melanzane, pomodori, peperoni e patate. Da ridurre al minimo anche la frutta troppo zuccherina. Un esempio di dieta settimanale per il cane di casa.

    Lunedì: verdure frullate e un dorso di pollo.

    Martedì: mezzo dorso di pollo e 300 g di spalla di maiale.

    Mercoledì: tre sardine con due cucchiai di verdure frullate e un dorso di pollo.

    Giovedì: 100 g di carne di manzo e un dorso di pollo.

    Venerdì: verdure frullare con due uova intere e 300 g di coniglio.

    Sabato: tre sardine e 300 g di biancostato di manzo.

    Domenica: mezzo dorso di pollo e 300 g di spalla di maiale.