Cura dei canarini: tutto quello che devi sapere

I canarini sono degli animali bellissimi e colorati, che necessitano di attenzioni e cure, così da poter loro garantire il benessere e la salute che meritano. Come accudire e prendersi cura dei canarini? Ecco degli utili consigli e tutto quello che devi sapere per curare al meglio questi animali originari delle Isole Canarie.

da , il

    Cosa sapere sulla cura dei canarini

    Cosa c’è da sapere sulla cura dei canarini? Tutto quello che devi sapere non è molto, ma è importante e, dunque, da tenere a mente. I canarini sono tra gli animali domestici più diffusi in Italia: si tratta di simpatici e colorati uccellini originari delle Isole Canarie da cui prendono, per l’appunto, il nome. Allevati in cattività da oltre mille anni, di canarini ne esistono davvero tante varianti, dalla forma e dal piumaggio differente e colorato. Come accudire, curare e tenere un canarino? Siete curiosi di scoprire di più in merito? Ecco alcune idee interessanti e utili consigli per curare al meglio i canarini.

    Come tenere un canarino

    Ogni animale dovrebbe essere lasciato libero ma, se desiderate un canarino, è bene che siate adeguatamente informati in merito, così da potergli garantire il benessere di cui ha bisogno.

    Come tenere un canarino? La dimensione della gabbia è la prima cosa a cui pensare: lo spazio per il movimento è, infatti, importante e non va dimenticato per il benessere del piccolo. Il canarino deve avere abbastanza spazio per fare dei brevi voli e poter saltellare.

    Come capire se il canarino è felice? Certamente, dare una compagna o un compagno con cui trascorrere la vita al vostro piccolo amico è la mossa giusta: questi animali possono, infatti, soffrire di solitudine come tutti. Non è consigliabile avere un canarino da solo in gabbia: è bene per lui che possa socializzare, per cui potreste optare per una gabbia grande abbastanza che possa permettere la vita di una coppia e ospitare un eventuale nido. In quest’ultimo caso, le dimensioni della gabbia dovrebbero essere di almeno 64 x 31 x 42 centimetri.

    La gabbia dovrà essere ben fissata alla parete per evitare che corra il rischio di cadere a terra. La sera, copritela con una coperta, così da permettere al canarino di riposare e stare tranquillo proteggendolo, al tempo stesso, da freddo e insetti: a tal proposito, è bene prevenire i morsi di zanzara – che possono essere letali – proteggendo la gabbia con un’apposita zanzariera.

    Durante l’inverno, è opportuno tenere il canarino lontano dalle correnti di aria, in un luogo che sia luminoso, ma non eccessivamente freddo. Allo stesso modo, non dovrà essere lasciato al caldo o sotto il sole cocente, in estate: scegliete un posto all’ombra e arieggiato.

    Come accudire un canarino

    Quanto vivono i canarini? I maschi in cattività, in linea generale, vivono 10 anni, ma come accudire un canarino? I canarini in casa non portano malattie, ma è necessario garantire loro un’adeguata pulizia e attente cure: si tratta, infatti, di animali delicati che potrebbero ammalarsi e che necessitano delle dovute attenzioni come tutti gli esseri viventi, così da tenerli al riparo da malattie pericolose.

    La gabbia del canarino va pulita giornalmente: cambiate la carta sul fondo, quella in cui saranno presenti escrementi, sporcizia e avanzi di cibo e pulite a fondo la gabbietta almeno una volta a settimana. È consigliabile stendere uno strato di sabbia sul fondo oppure dei giornali vecchi – come detto prima – ma ciò solo se il canarino non li mangia.

    Ad essere lavati ogni giorno con acqua bollente dovranno essere, senza alcun dubbio, la mangiatoia e il beverino: una volta puliti come si deve, riempiteli con cibo e acqua pulita e fresca. Per quanto riguarda il cibo, prediligete il mangime apposito per canarini, evitando quello per altri volatili.

    Come curare un canarino

    Come curare un canarino? È importante prendersi cura di unghie e becco: tagliate le unghie ogni due mesi circa e riponete nella gabbia un osso di seppia, così da permettergli di affilare il becco.

    I canarini amano anche fare il bagno: provate ad inserire nella gabbietta, quotidianamente, un recipiente con mezzo centimetro d’acqua pulita e lasciatelo per un’ora circa, così da permettere al piccolo di fare un bagnetto.

    Il canarino si ciba di granaglie, ma può mangiare anche della frutta, come le mele: chiedete consiglio al vostro veterinario di fiducia, che saprà fornirvi tutte le informazioni necessarie per garantire salute e benessere psicofisico al vostro amico, assicurandogli una vita lunga e serena.

    Infine, a proposito del veterinario, è bene ricordare l’importanza dei controlli medici completi: portate il canarino dal medico almeno una volta l’anno, oltre che tutte le volte che riterrete opportuno per delle visite di emergenza.