Cucito: come ricamare le vostre iniziali su stoffa

da , il

    Lettere cucite

    Una volta le cifre e i caratteri si riportavano su stoffa solo sul corredo delle giovani spose. Oggi il ricamo è prezioso come un gioiello e a volte è un vero tocco di eleganza al capo che si indossa. Per questo si possono riprodurre le proprie iniziali (o anche dei nomi completi) su qualsiasi capo di abbigliamento si desideri, persino sulla biancheria del bagno o le federe ricamando bianco su bianco, ottenendo un grande effetto. Ma anche, perché no sul colletto di una camicia, su di un cappello, una sciarpa o una anonima canottiera che riacquisterà subito valore dato che la renderete unica.

    L’effetto in rilievo si ottiene con un ricamo a punto pieno completato dal punto erba, sempre attuale e adattabile a qualsiasi tipo di indumento e accessorio. Questo tipo di punto si ottiene riempiendo gli spazi delle lettere, che vengono ricoperti dal punto piatto creando un effetto di rilievo molto decorativo, soprattutto nei ricami tono su tono (meno appariscente ma molto raffinato)

    In primo luogo si eseguono i contorni degli spazi grandi e piccoli della lettera con dei punti semplici tipo filza. Quindi con lo stesso punto si riempiono completamente gli spazi. Gli spazi così riempiti vengono ricamati con la stessa tecnica del punto piatto, in diagonale, creando un effetto di imbottitura. Le linee sottili della cifra si eseguono a punto erba. L’effetto del lavoro finito è molto plastico.

    Una volta fatta qualche prova ed essendovi esercitate su qualche vecchia maglietta, diventerete bravissime in poco tempo visto che non si tratta di un lavoro particolarmente complicato. Attenzione però a non farvi prendere troppo la mano e riempire di lettere il vostro guardaroba!

    Dolcetto o scherzetto?