Cucina: come conservare i cibi

da , il

    Conservare

    Chissà quante volte vi sarà capitato di dimenticare i cibi in frigo e trovarli dopo qualche giorno avariati o con un velo di muffa. Magari vi sarà capitato con il latte (spero per voi che ve ne siate accorti dall’odore e non dal sapore), ma anche con qualche salsa o il formaggio. Insomma, prima o poi tutti i cibi vanno a male e questo è dovuto all’azione di enzimi esistenti nell’aria naturalmente e anche a microrganismi come le muffe, lieviti e batteri di vario tipo. Anche altri fattori influenzano questo processo come ad esempio l’umidità, la luce e la temperatura del luogo in cui viene conservato il cibo interessato.

    Ci sono diversi metodi per conservare i cibi, sfruttando le loro proprietà chimiche per ritardarne al massimo il deperimento, conservandone comunque tutte le caratteristiche nonché i sapori.

    Il freezer in genere permette di conservare i cibi anche per più di un anno. Congelando il cibo negli appositi sacchetti di plastica infatti, congeleremo anche il processo di deterioramento e una volta scongelato il prodotto manterrà quasi tutte le sue proprietà. Il frigorifero è comunque utile per la conservazione dei cibi, ma vanno obbligatoriamente consumati entro qualche giorno, almeno per quanto riguarda i cibi freschi.

    Un altro metodo di conservazione è quello del sottovuoto: infatti togliendo completamente l’aria dall’ambiente di conservazione, si ha la possibilità di avere un notevole rallentamento dei processi di deterioramento dovuto agli enzimi presenti in essa, senza contare il fatto che una volta sottovuoto il prodotto non ha la possibilità di variare l’umidità.

    La società CNA Alimentari, collaborando con la Orved spa e Andrea Botto, promuoveranno mercoledì 12 maggio dalle ore 14.30, la conoscenza delle potenziali offerte di elettrodomestici presenti sul mercato per la conservazione di alimenti sottovuoto. Il corso gratuito si terrà a Sarzana presso l’Antico Casale, in via Novanella 7. Per partecipare basta comunicare il proprio interesse all’indirizzo mail della CNA Alimentari viaggi.sp@cna.it.

    Immagine tratta dal sito abbonamentircs.it