Cosa non lavare mai in lavastoviglie

da , il

    Cosa non lavare mai in lavastoviglie

    Cosa non lavare mai in lavastoviglie? La lavastoviglie è un elettrodomestico che ha cambiato la vita di molte persone in meglio. A causa della vita frenetica che conduciamo, il tempo è sempre poco, ma i piatti da lavare sono sempre molti: non tutto, però, può essere lavato in lavastoviglie e occorre prestare attenzione ad alcuni oggetti. Quali sono le cose da non lavare mai in lavastoviglie? Siete curiosi di scoprire di più in merito? Ecco alcuni utili e pratici consigli per utilizzare la lavastoviglie in modo corretto.

    Non lavare in lavastoviglie: utensili di legno, bicchieri di cristallo e utensili di ferro

    È importante cercare di non rovinare gli utensili da cucina – come pentole, bicchieri e quant’altro – che potremmo lavare in lavastoviglie: esistono, infatti, alcuni oggetti che sarebbe meglio evitare di lavare al suo interno, per proteggere sia la lavastoviglie che loro stessi. Quali sono alcune delle cose che sarebbe meglio lavare sempre a mano? Gli utensili di legno non sono adatti al lavaggio in lavastoviglie: l’elevata temperatura dei lavaggi potrebbe, infatti, danneggiarli nel tempo, per cui cercate di lavarli a mano e asciugarli subito dopo averlo fatto. Anche i bicchieri di cristallo – in generale, tutti quelli decorati e lavorati a mano – sono particolarmente sensibili alle temperature calde e potrebbero, addirittura, rompersi; senza contare l’utilizzo di detersivi aggressivi che potrebbero rovinarli: lavateli, quindi, a mano e asciugateli subito, attentamente, così da evitare la formazione di aloni. Che dire, poi, degli utensili di ferro? Questi è opportuno lavarli a mano e asciugarli velocemente: questo tipo di materiale tende, infatti, ad ossidarsi facilmente a contatto con l’acqua e ad arrugginirsi.

    SCOPRI COME TOGLIERE IL CATTIVO ODORE DALLA LAVASTOVIGLIE

    Non lavare in lavastoviglie: coltelli da cucina, padelle antiaderenti e utensili di rame

    I coltelli da cucina hanno, generalmente, delle lame abbastanza delicate: anche in questo caso, quindi, sarebbe meglio procedere con il lavaggio a mano maggiormente delicato, così da evitare eventuali graffi alle lame e danneggiamenti alla lavastoviglie stessa. Anche le padelle antiaderenti potrebbero rovinarsi, se lavate all’interno della lavastoviglie: potrebbero, infatti, graffiarsi a contatto con le altre stoviglie e perdere parte dello strato antiaderente. Dopo il legno, il cristallo e il ferro, è bene ricordare che anche gli utensili di rame non sono adatti al lavaggio in lavastoviglie, in quanto si possono rovinare a contatto con temperature alte e detersivi aggressivi.

    CONSIGLI PER IGIENIZZARE LA LAVASTOVIGLIE

    Non lavare in lavastoviglie: piatti e tazzine decorate, barattoli di plastica e di latta e pentole di alluminio

    Piatti e tazzine decorate andranno lavate a mano: le alte temperature della lavastoviglie e i detersivi aggressivi potrebbero comprometterne la durata, rovinandole irrimediabilmente. Per quanto riguarda i barattoli di plastica e di latta – quelli che vorreste riciclare, per intenderci – questi non andrebbero mai lavati in lavastoviglie: lavate tutto a mano, quindi. Infine, che dire delle pentole di alluminio? Anche in questo caso, il contatto con dei detersivi aggressivi – durante il lavaggio in lavastoviglie – potrebbe rovinarle: la scelta migliore è, dunque, quella di lavarle a mano con una spugna abrasiva, magari lasciandole riposare a lungo – anche tutta la notte – con dell’acqua all’interno prima di lavarle, così da rimuovere le incrostazioni sul fondo.

    SCOPRI COME CREARE IL DETERSIVO PER LA LAVASTOVIGLIE

    Dolcetto o scherzetto?