Come verniciare un mobile: la guida fai da te

da , il

    verniciare mobile

    Come si vernicia un mobile? Potresti portarlo da un antiquario, direte voi. Perché scomodare il nostro portafoglio, dico io, quando è possibile fare tutto in casa propria e con un budget alla portata di tutte le tasche? Come, con il fai da te, ovviamente! Ecco una guida utile per per verniciare un mobile di casa.

    Pulitura del mobile

    Se il vostro mobile ha la struttura intatta e non richiede particolari riparazioni, così come la sua colorazione, sarà sufficiente pulirlo leggermente con una miscela a base di acqua e sapone di Marsiglia. Se invece necessita di una pulizia più approfondita, è possibile usare una mistura a base di alcool e polvere di pomice. Aggiungete a un litro di alcool etilico 200 g di polvere di pomice e qualche goccia di olio di lino. Strofinate a tampone e con delicatezza per togliere tutto lo sporco accumulatosi nel tempo.

    Se il mobile è di legno grezzo, dovrete passare tutta la superficie con della carta vetrata grossa così da renderla perfettamente levigata, poi stendete una mano di cementite e lasciate asciugare per 24 ore.

    SCOPRI CHE ATTREZZATURA UTILIZZARE PER LA TINTEGGIATURA

    Verniciatura

    Per una corretta verniciatura scegliete uno smalto sintetico di buona qualità, lucido o opaco. Immergete il pennello nel barattolo dello smalto, rimescolatelo per smuovere dal fondo ogni deposito e dare uniformità allo smalto. Liberate il pennello dall’eccesso di colore, poi passatelo sulla superficie da dipingere, cercando di farlo piuttosto velocemente per evitare che si creino sbavature. Procedete con un movimento dall’alto verso il basso prima e poi da sinistra verso destra, quindi lasciate asciugare lo smalto per 24 ore circa, poi passate una seconda mano.

    Per ottenere un effetto shabby chic dovrete decidere il colore di base che si vedrà dalle “grattate”, solitamente si usa una tinta legno beige o marrone. Vedrete che sarà sufficiente una sola mano, poichè la tinta deve isolare il mobile di base e permettere l’ancoraggio del successivo colore.

    Quindi passate la paraffina sfregandola nei punti più sporgenti del mobile e vicino alle cerniere e a pomelli o maniglie. Ricordatevi di togliete eventuali accumuli di cera.

    Decorazione

    Sebbene sia preferibile riportare il mobile al suo splendore originario, la sua decorazione è un’ottima cosa, qualora questo fosse originariamente decorato oppure quando sia di scarso valore.

    Se avete intenzione di decorare un mobile dovrete usare i colori, anche se per ottenere un aspetto autentico dovrete evitare quelli brillanti, difficili da invecchiare. I colori possono essere a base d’acqua, quindi ad asciugatura rapida, oppure ad olio. Ovviamente vanno presi in considerazione anche i mordenti, colori non troppo coprenti. Inoltre, se avete verniciato un armadio le cui ante siano divise a riquadri, sfruttate questo particolare per renderlo originale: incollate su ciascun riquadro una bella decalcomania scegliendo un soggetto divertente e adatto all’ambiente in cui dovete sistemarlo.

    COME ELIMINARE IL CIGOLIO DALLE PORTE, ECCO COME FARE