Come utilizzare l’acqua del deumidificatore

da , il

    Come utilizzare l’acqua del deumidificatore

    Come utilizzare l’acqua del deumidificatore? In casa, ormai, quasi tutti hanno questo elettrodomestico – non propriamente amico dell’ambiente, però – particolarmente utile per eliminare l’umidità in eccesso presente nelle stanze, durante le varie stagioni dell’anno. L’utilizzo del deumidificatore può, ad ogni modo, servire anche per raccogliere dell’acqua demineralizzata, la quale può essere utilizzata in molti modi utili. È bene precisare che questo tipo di acqua non è potabile, ma – grazie al riciclo – può essere altrettanto utile. Come riciclare, quindi, l’acqua del deumidificatore? Ecco alcune idee interessanti e utili consigli per utilizzare l’acqua del deumidificatore con successo.

    Riciclare l’acqua del deumidificatore: irrigazione, ferro da stiro e pulizie

    Il primo utilizzo a cui, forse, non tutti pensano è quello che riguarda le piante: l’acqua del deumidificatore può, infatti, essere usata per innaffiare le piante – ad esempio, camelie, piante grasse, azalee, gardenie, ortensie e via dicendo, tranne le piante carnivore – in special modo quelle che non necessitano di un particolare nutrimento, a meno che non la misceliate con la comune acqua di rubinetto. È possibile, poi, risparmiare l’acqua del rubinetto, quando si tratta del ferro da stiro che avrà, così, una vita più lunga: potete, infatti, ricorrere all’acqua prodotta dal deumidificatore e raccolta nelle apposite vaschette che vanno svuotate, in quanto questa non è soggetta a calcare. L’acqua del deumidificatore può, inoltre, essere utilizzata per le pulizie di casa e non solo: è, infatti, indicata per il bucato a mano, ma anche per lavare pavimenti, vetri, varie stanze e superfici di casa, oltre all’automobile – a tal proposito, è possibile utilizzarla anche per rimboccare l’acqua del radiatore e della vaschetta dei tergicristalli – e tutto ciò, semplicemente, sostituendola alla comune acqua di rubinetto.

    CONSIGLI PER INNAFFIARE LE PIANTE

    Riciclare l’acqua del deumidificatore: capelli e detersivi

    L’acqua del deumidificatore può, poi, essere utilizzata per lavare i capelli e renderli più morbidi, grazie all’assenza di calcare e di altre sostanze in grado di danneggiarli con il tempo: versatela in una pentola, riscaldatela e procedete pure con lo shampoo. Infine, l’acqua del deumidificatore può essere usata nelle ricette per realizzare detersivi e saponi utili per la pulizia di casa, del bucato e non solo.

    CONSIGLI PER FARE IL BUCATO SENZA DETERSIVO