Come spolverare al meglio: consigli utili

da , il

    cleaner

    Come spolverare al meglio. Ecco tanti suggerimenti e consigli utili per ottimizzare una delle faccende domestiche più ingrate e meno piacevoli. Ingrata e spiacevole ma necessaria e pure con una certa frequenza: sì, perché la polvere tende a formarsi e a riformarsi spesso e volentieri su mobili e soprammobili, a invadere anche gli anfratti più difficili da raggiungere e a seppellire in pochi giorni lampade e lampadari. Per vincere la lotta contro gli acari, meglio attrezzarsi nel modo giusto e agire secondo uno schema preciso.

    Innanzitutto, meglio procurarsi alcuni strumenti del mestiere che davvero non costano nulla ma che sono fondamentali per la buona riuscita della missione anti polvere, cioè pazienza e olio di gomito, buona volontà e metodicità. In aggiunta, poi, meglio avere a portata di mano anche: un aspirapolvere, tre panni di cotone o microfibra, un dispenser spray, acqua e aceto bianco.

    Il consiglio è di cominciare con l’aspirapolvere, l’elettrodomestico perfetto per aspirare il grosso della polvere e della sporcizia dalla maggior parte delle superfici di casa. Aspirapolvere che va utilizzato con l’apposito beccuccio e le spazzole più adatte, da cambiare in base alle superfici su cui aspirare.

    Concluso il lavoro armate di aspirapolvere, entrano in gioco i panni. Prima un panno asciutto e pulito, con cui passare tutte le superfici, a caccia di residui di polvere, poi un panno leggermente inumidito con l’aiuto del dispenser spray e di una miscela cattura polvere e igienizzante, realizzata mescolando acqua calda e aceto bianco e poi, ancora, il terzo panno, sempre pulito e asciutto, con cui asciugare ogni residuo di detergente o di acqua.

    Gli strumenti sono importanti, anzi fondamentali, ma anche il metodo ha il suo ruolo. Oltre a ripetere con metodicità i passaggi elencati, passando dall’aspirapolvere ai panni, asciutti e umidi, meglio rispettare anche una sorta di procedura schematica per ottimizzare gli sforzi e rendere l’eliminazione di ogni traccia di polvere davvero efficace. Ideale, in particolare, cominciare dalle superfici più piccole, dai soprammobili, dagli accessori e dai dettagli, per esempio, per poi passare ai piani e ai ripiani più ampi. Fondamentale, poi, non trascurare nessun angolo, spazietto o pertugio che sia: la polvere rischia di annidarsi nei posti più difficili da raggiungere e se non si toglie ogni traccia si potrebbe perdere solo tempo e sprecare energie.