Come spazzolare il pelo dei gatti

da , il

    Come spazzolare il pelo dei gatti

    Come spazzolare il pelo dei gatti? Chi ha degli animali in casa sa, perfettamente, quanto questi tendano a perdere peli – che siano questi lunghi o corti – in special modo nel periodo della muta. Sebbene il gatto sia autonomo e indipendente, è necessario che vengano effettuati regolari controlli per la sua salute, proprio come qualsiasi altro animale: ogni tanto, può, quindi, essere utile anche una bella spazzolata al manto, così da aiutarlo ad avere una cute sana e ad eliminare il pelo morto. I felini sono degli animali molto puliti e tendono a leccare, molto spesso, diverse parti del corpo: così facendo, però, il micio ingerisce enormi quantità di pelo, che si potrebbero accumulare nello stomaco e nell’intestino, provocando delle ostruzioni. Come fare, quindi? Ecco alcuni utili e semplici consigli per spazzolare il pelo dei gatti con successo.

    Spazzolare i gatti: quando e perché farlo

    Gatto lingua

    È possibile spazzolare il gatto in qualunque momento – generalmente, almeno una volta alla settimana o tutti i giorni – ma particolare attenzione è opportuno darla al momento della muta, ovvero quando il gatto cambia il pelo per potersi preparare ai cambi di stagione. Spazzolare il gatto è importante anche per evitare nodi, infiammazioni e pruriti, oltre che per controllare lo stato di salute della cute – la presenza di eventuali dermatiti, ferite, masse, noduli, pulci o zecche – ed eliminare il pelo morto, favorendo la crescita di quello nuovo. Una volta abituato, questa operazione sarà particolarmente apprezzata dal micio, che la prenderà come una vostra dimostrazione di affetto nei suoi confronti e rafforzerà il vostro legame. Inoltre – come detto prima – i gatti si leccano in continuazione; motivo per cui possono ingerire enormi quantità di pelo, che potrebbero accumularsi nello stomaco e nell’intestino, provocando ostruzioni. La pulizia del gatto è, quindi, molto importante e non va sottovalutata.

    Spazzolare i gatti: i tipi di pelo

    Gatto pelo

    Per pettinare il gatto, occorre agire a seconda del tipo di pelo. Per i gatti a pelo corto, basterà spazzolare il manto una volta a settimana, utilizzando un pettine a denti duri – di plastica o di metallo – con estremità arrotondate e un guanto di gomma per raccogliere il pelo. Per quanto riguarda il gatto a pelo lungo, spazzolate il pelo ogni giorno: utilizzate un pettine a denti larghi, spazzolando la pancia, le zampe e il dorso e passando, alla fine, il guanto in gomma per eliminare gli eccessi di pelo. Ricordate di non spazzolare mai contropelo: partite dalla testa e procedete verso la coda.

    SCOPRI I GATTI A PELO LUNGO

    Spazzolare i gatti: cosa usare

    Spazzola

    Infine, evitate di utilizzare prodotti chimici: questi potrebbero, infatti, essere dannosi per la salute – i gatti si leccano continuamente – per cui chiedete consiglio al veterinario, prima di utilizzare qualsiasi cosa. Tra gli accessori in vendita, scegliete una spazzola e un pettine adatti al tipo di pelo del vostro gatto.

    CONSIGLI PER CREARE UN REPELLENTE NATURALE PER CANI E GATTI