Come smacchiare i tessuti: la battaglia contro le macchie più difficili

da , il

    Vestiti

    Come smacchiare i tessutiLa battaglia contro le macchie più difficili è possibile vincerla: bastano, infatti, dei piccoli accorgimenti per risolvere il problema delle macchie di varia natura sui tessuti. Vernice, ruggine, inchiostro, frutta, verdura, rossetto, bevande, sudore e chi più ne ha più ne metta, sono davvero tante le macchie che possono colpire i nostri capi di abbigliamento bianchi o colorati. Come fare per togliere, dunque, le macchie dai vestiti? Ecco alcuni preziosi e semplici consigli per smacchiare i tessuti con successo, seguendo la nostra utile guida.

    Come smacchiare i tessuti: macchie di zucchero, caffè, tè e cioccolato

    Smacchiatori naturali? Esistono, eccome! Stop, quindi, a tutti quei prodotti in commercio dannosi per la salute e per l’ambiente e via libera, invece, ai rimedi naturali sempre efficaci come ben sapevano le nostre nonne, maestre dell’arte del smacchiare. La velocità è il primo ingrediente che occorre per risolvere il problema con successo: prima si agirà sulla macchia in questione, infatti, e più possibilità di successo si avranno. Se si tratta di una macchia di zucchero, la soluzione sarà abbastanza semplice: acqua tiepida. Caffè? Strofinate la macchia con del sapone di Marsiglia da lasciare agire, per poi risciacquare con acqua tiepida. Macchie di ? Acqua e sapone o succo di limone, se si tratta di tessuti sintetici. Macchie di cioccolato? Acqua fredda e via! Se si tratta di una macchina incrostata, raschiatela e tamponate la parte con dello straccio imbevuto d’acqua e sapone o aceto bianco, per poi risciacquare con acqua tiepida.

    Come smacchiare i tessuti: macchie di olio, salsa, ketchup ed aceto

    Siete alle prese con delle macchie di olio? Se si tratta di cotone bianco, acqua e sapone basteranno; invece usate acqua ed ammoniaca sui tessuti colorati. Salsa ovunque? Bagnate la parte in questione con dell’acqua fredda e strofinate il tutto con dell’aceto bianco o del bicarbonato di sodio da spazzolare, senza strofinare e da risciacquare con acqua calda. Il ketchup ha colpito? L’acqua fredda risolverà il problema, seguito da dell’aceto bianco da lasciare agire prima di procedere con il lavaggio. Macchie di aceto? Il talco o del bicarbonato di sodio assorbiranno il grasso in accesso: lasciate agire e spazzolate, prima di risciacquare con acqua.

    SCOPRI TUTTI GLI USI DEL BICARBONATO DI SODIO

    Come smacchiare i tessuti: macchie di birra, vino, spinaci, carote e frutta

    Avete preso della birra ed una macchia ha colpito il bersaglio? Tamponate la parte con dell’acqua e dell’alcool. Macchie di vino? Aceto ed acqua fredda. Se la macchia in questione è di spinaci, strofinate la parte con mezza patata cruda, lavando il tutto con del sapone da risciacquare con acqua tiepida. Macchie di carote? Sul cotone bianco, tamponate la macchia con uno straccio pieno di alcool a 90° e risciacquate con acqua. Se le macchie riguardano, invece, della frutta, utilizzate dell’acqua e dell’alcool, dell’acqua e sapone, dell’aceto, del succo di limone o dell’acqua gassata.

    CONSIGLI PER USARE L’ACETO IN CASA

    Come smacchiare i tessuti: macchie di erba, fango, grasso e ruggine

    Se le macchie ad avervi colpito sono di erba, mettete in ammollo i vestiti in acqua calda e risciacquate. Per quanto riguarda il fango, usate dell’ammoniaca e dell’acqua tiepida. Infine, per le macchie di grasso, procedete con del borotalco o del lievito in polvere; mentre per le macchie di ruggine, potrete mettere un pizzico di sale ed una goccia di limone da asciugare al Sole.