Come si coltivano i Gerani

da , il

    I Gerani sono le piante protagoniste dell’estate e le più coltivate e apprezzate. I Gerani abbelliscono balconi e terrazzi a partire dalla tarda primavera e fioriscono per diversi mesi.
 Sono piante da esterno molto facili da coltivare perchè non richiedono cure particolari. Esistono diversi tipi di Geranio, ma i più comuni sono il Geranio imperiale e il Geranio Edera doppio con i rami ricadenti a cascata. Poi ci sono il Geranio zonale, il Geranio capitatum, dal quale si ricava un olio essenziale, e il Geranio odoroso.

    Vediamo come si cura il Geranio.

    Il Geranio ha bisogno di un vaso ampio o di una fioriera e deve essere messo in una posizione soleggiata. Le annaffiature devono essere regolari e abbondanti, evitando i ristagni. I momenti ideali per annaffiare il Geranio sono la mattina o la sera, al tramonto. E’ necessario eliminare i fiori appassiti senza lasciarli a lungo sulla pianta: in questo modo si favorisce un’abbondante fioritura.

    Il Geranio non può stare all’aperto durante la stagione fredda, quindi, in autunno, va messo al riparo in un posto asciutto e illuminato e dove la temperatura non deve mai scendere troppo.

    Prima di metterlo al riparo bisogna effettuare la potatura, tagliando i rami fino a lasciarli ad un’altezza di circa 15 cm. In primavera va rinvasato, concimato e messo nuovamente all’aperto.