Come si coltiva la Kalanchoe

da , il

    La kalanchoe è una pianta il cui nome, forse, vi sarà completamente sconosciuto, ma, in realtà, è una delle piante d’appartamento più note e apprezzate. La kalanchoe è una pianta d’appartamento originaria del Madagascar, dell’America Meridionale, dell’Africa meridionale, dell’India e della Cina.

    
Le sue foglie sono lucidissime e di colore verde brillante, mentre i fiori sono piccolini, hanno 4 petali e sono riuniti in infiorescenze. 
La kalanchoe può avere fiori di tanti colori: bianchi, rosa, sfumati, rossi, arancione, lilla e fucsia. La kalanchoe fiorisce durante la primavera e l’estate e viene venduta in piccoli vasetti; bisogna rinvasarla in vasi o ciotole più grandi.

    
La Kalanchoe ha bisogno di molta luce, ma, come quasi tutte le piante d’appartamento, non va posizionata al sole diretto e neppure vicino a fonti di calore. Le annaffiature devono essere molto regolari in estate in modo da lasciare umido il terriccio, ma non zuppo. Durante il resto dell’anno, bisogna annaffiarla di meno, evitando, comunque, di far seccare il terriccio.