Come si coltiva il ciclamino?

da , il

    Fiori di ciclamino

    Come si coltiva il ciclamino – Siete in cerca di informazioni su come curare e coltivare il ciclamino? Questa bellissima pianta appartiene alla famiglia delle primulacee ed è caratterizzata da fiori di colore, prevalentemente, bianchi, rosa, lilla e rossi che rallegrano le case ed i giardini di molte persone. Questo tipo di pianta è capace di produrre dei fiori per ben 5 anni di fila ma, come tutte le piante, ha bisogno di cure ed attenzioni per evitare che muoia o si ammali. Desiderate sapere, quindi, come fare per coltivare il ciclamino in vaso in casa o nel terreno di un giardino? Ecco alcuni preziosi e semplici consigli su come poter coltivare e curare questa pianta ed i fiori di ciclamino.

    Ciclamino: introduzione e come coltivarlo

    I ciclamini sono dei fiori colorati ed economici, che si prestano soprattutto al periodo invernale. Come la coltivazione del gelsomino, anche la cura dei ciclamini non è particolarmente difficile. Come e cosa fare, quindi? Le piante di ciclamino vanno posizionate, prima di tutto, in luoghi riparati dalla diretta luce del Sole – in quanto i raggi solari possono bruciare le sue foglie – con una buona ventilazione e su del terreno ricco di sostanza organica, oltre che ben drenato. I ciclamini occorre che siano innaffiati con regolarità, ma senza che vi siano dei ristagni di acqua nel terreno, proprio come per i tulipani. Volete avere più ciclamini? Piantate i semi del ciclamino tra il mese di luglio e quello di settembre. Come? Prendete un vaso e del terriccio e mettetevi dentro i semi – facendo delle linee parallele – da lasciare, poi, all’ombra e da inumidire spesso, tenendo un sacchetto di plastica sopra di esso: una volta che i semi saranno germogliati, potrete rimuovere il sacchetto e riporre la piantina in un luogo più ventilato.

    Ciclamino: cure e consigli

    Del ciclamino non vanno bagnati foglie e fiori per evitare il formarsi di muffe, ma non lasciate che il terreno resti asciutto per troppo tempo: generalmente, infatti, durante l’Autunno e l’Inverno, la terra è bene che sia sempre umida – non eccessivamente – mentre, durante la Primavera e l’Estate, occorrerà che si bagni ogni tanto accanto al bulbo. Ovviamente, è opportuno prestare adeguata attenzione al vento freddo ma, se vivete in zone dal clima mite, potete tranquillamente lasciare la pianta fuori. Infine, ricordate di concimare il ciclamino una volta al mese, di eliminare sempre foglie e fiori appassiti per permettere la produzione di nuovi boccioli e di rinvasare in un vaso grande, utilizzando una miscela di sabbia, torba e foglie.

    Dolcetto o scherzetto?