Come rinnovare la patente scaduta

Qualche informazione utile e tutti i passaggi necessari per rinnovare la patente scaduta in modo rapido e indolore.

da , il

    Come rinnovare la patente scaduta in poche semplici mosse. Basta sapere tutti i passaggi necessari, seguirli uno a uno, compresi i pagamenti dei bollettini, sottoporsi a una visita medica, avere un po’ di pazienza e il gioco è fatto. Ma cerchiamo di capire e sapere meglio di cosa si tratta, quali sono tutti i passaggi obbligatori per avere una patente nuova di zecca quando la data di scadenza è alle porte.

    Le novità

    Rispetto a qualche anno fa, dal 9 gennaio 2014 sono state introdotte alcune novità in merito alla validità e al rinnovo della patente di guida. È stato ufficialmente e definitivamente abolito il tagliandino adesivo che veniva apposto sulla vecchia patente di guida scaduta per sancirne il rinnovo. Ora, viene emessa una patente tutta nuova, la cui scadenza è fissata, nell’anno stabilito, il giorno del compleanno del possessore del documento.

    La durata

    Non esiste, come noto, un solo tipo di patente. Ma per comodità, si parlerà sempre delle patenti A e B, le più diffuse. Patenti che hanno una durata decennale, fino al compimento del cinquantesimo anno di età. Dai 50 ai 70 anni, invece, la durata si dimezza scendendo a cinque anni. Dai 71 agli 80 anni arriva a tre anni e per gli over 80 il rinnovo della patente diventa obbligatorio ogni due anni.

    Tutto il necessario

    Quando la scadenza della patente si avvicina, si possono cominciare a sbrigare le pratiche necessarie per il suo rinnovo. Sì, ma come? Niente di troppo complicato in realtà. A partire da quattro mesi prima della fatidica data di scadenza del documento di guida, ci si può procurare tutto il necessario. Necessario che comprende: due fototessere dell’interessato; due versamenti, uno da 9,00 euro sul c/c 9001 e uno da 16,00 euro sul c/c 4028.

    SCOPRI COME RINNOVARE IL PASSAPORTO

    La visita e il rinnovo

    Con le fototessere fatte, effettuati i versamenti, con le ricevute degli stessi alla mano, la patente in scadenza e il codice fiscale, non resta che fissare la visita medica per ottenere il rinnovo vero e proprio. La visita può essere effettuata presso un’autoscuola o l’Asl, per esempio. Superata la visita medica, durante la quale oltre alla vista vengono controllati altri elementi, l’ufficio a cui ci si è rivolti sbrigherà il resto delle pratiche, trasmettendo tutta la documentazione necessaria agli uffici competenti. A questo punto al diretto interessato non resta che attendere dai sette ai dieci giorni per ricevere al suo indirizzo la nuova patente di guida. All’atto della ricezione, dovrà pagare al postino 6,86 euro.