Come restaurare il legno: il tutorial da seguire

da , il

    Legno

    Come restaurare il legno – State cercando un tutorial da seguire per potere restaurare il legno? Chi non ha, in casa, un mobile che ha bisogno di essere riverniciato o rimesso a nuovo da zero? I mobili antichi, ma anche semplicemente quelli vecchi o tarlati possono essere sverniciati, lucidati e rimessi totalmente a nuovo, seguendo alcuni piccoli trucchi ed accorgimenti. Come fare, quindi, per restaurare il legno che avete a casa, senza dover gettare via un ricordo di famiglia? Ecco alcuni preziosi e semplici consigli per poter restaurare il legno, seguendo la nostra utile guida.

    Come restaurare il legno: materiali e procedimento

    Dare nuova vita ad un mobile di legno può sembrare difficile ma, in realtà, non è un’impresa così tanto impossibile da realizzare e da mettere in pratica. Cosa vi serve per potere iniziare nel vostro lavoro e per poterlo portare a termine con successo? Decapante, impregnante, gommalacca, cera d’api colorata, carta vetrata fine e finissima e dello stucco per legno. Anche se non siete degli esperti del fai da te, potete provare a cimentarvi nell’impresa di restaurare un mobile in legno, ad esempio. Prima di tutto, preparatevi ad eliminare le vernici ed i coloranti presenti sulla superficie in legno in questione e, per farlo, dovrete utilizzare del decapante: potete acquistare questo prodotto e troverete, al suo interno, tutte le istruzioni necessarie per utilizzarlo al meglio usando un panno di cotone imbevuto di decapante, per l’appunto. Una volta portata a termine la prima parte del lavoro ed aver rimosso le vecchie vernici sulla superficie del legno, potete pulirlo con dell’acquaragia o del solvente, in modo tale da eliminare i residui dei vari prodotti. Il terzo step è quello di controllare se vi siano presenti dei tarli: se notate dei buchi, infatti, significa che ci sono ed andrà eseguito un trattamento specifico per eliminarli, utilizzando un prodotto in vendita presso un qualsiasi ferramenta e chiudendo, successivamente, i buchi con dello stucco per legno da applicare con una spatola in plastica. Una volta che lo stucco sarà asciutto – dopo circa 2-3 ore – potrete passare la carta vetrata per cercare di livellare la superficie ed eliminare le imperfezioni eventualmente presenti a causa del passaggio dello stucco. Adesso, potete proseguire con la parte, forse, più divertente del lavoro: l’impregnante del colore da voi scelto. Come applicarlo? Usate un pennello di dimensioni medie, cercando di dipingere sempre nel verso del legno e non al contrario, proprio per non lasciare dei segni.

    SCOPRI COME PULIRE I PAVIMENTI IN LEGNO

    Come restaurare il legno: conclusione e consigli

    Una volta terminato il lavoro più complesso, non vi resterà che che passare un’ultima mano di colore per completare la vostra opera con successo e della gommalacca dopo circa 3-4 ore, una volta che il tutto sarà nuovamente asciutto: la gommalacca, infatti, servirà per fissare il colore in maniera lucida, proteggendolo anche per molto tempo. Infine, non dimenticatevi di stendere anche un velo di cera e di lucidare la superficie in legno, dopo circa due giorni, con un panno morbido ed asciutto. Buon lavoro!

    CONSIGLI PER FARE DEL RICICLO CREATIVO CON IL LEGNO