Come realizzare una scarpiera fai da te [FOTO]

da , il

    Per le collezioniste del genere più che uno sfizio è un’esigenza, per riporre con cura tutte le scarpe accumulate negli anni, ma come realizzare una scarpiera fai da te davvero originale? È un’impresa più facile e soprattutto più economica del previsto. Il segreto del successo di questo progetto è il riciclo. Ecco tutti i trucci per regalarsi una scarpiera a prova di shoeaholic compulsiva.

    Seduta porta scarpe

    Un progetto di bricolage per una scarpiera, ma non solo. Quello che in cui vi proponiamo di cimentarvi è, oltre a un pratico contenitore per le scarpe, anche una divertente seduta, che può essere sfoggiata con orgoglio nel guardaroba, in camera o, perché no, anche in salotto.

    Basta procurarsi: una vecchia cassetta di legno per la frutta; un foglio di carta vetrata; vernice spray del colore desiderato; un’imbottitura in poliestere o gomma piuma; un pezzo di stoffa (preferibilmente resistente) per rivestire la seduta; una spillatrice per legno; quattro rotelle (mobili da istallare con viti e/o chiodi); due pannelli di legno o mdf della stessa dimensione della cassetta (da inserire come ripiano centrale).

    La prima cosa da fare è carteggiare tutta la cassetta di legno, eliminando con l’aiuto della carta vetrata e un po’ di “olio di gomito”, ogni eventuale imperfezione. Non resta che inserire il pannello centrale, fissandolo con dei chiodi laterali. Preparata la base, non resta che reinventarla a colpi di colore, in modo facile e divertente, grazie alla vernice spray.

    Asciugato il tutto, si può passare alla seduta, da realizzare su un lato della cassetta di legno, che, quindi, va posizionata sul fianco. Prima la struttura: prendere l’imbottitura di poliestere o gomma piuma, dandole la forma e la dimensione giusta (da calcolare in base alla superficie della cassetta) e posizionarla, fissandola, se necessario, con un po’ di colla o con la spillatrice, sul pannello di legno o mdf. Poi il rivestimento: a questo punto si può completare l’opera, coprendo l’imbottitura con il tessuto (precedentemente tagliato lasciando qualche centimetro di bordo lungo tutto il perimetro) da fissare poi sotto il pannello con l’aiuto della spillatrice. Per incollare il pannello, con la seduta imbottita, alla cassetta si utilizza una colla specifica oppure si fissa con quattro chiodi di piccole dimensioni, posizionati nel quattro angoli.

    Il tocco finale, per rendere la scarpiera ancora più pratica e versatile, sono le rotelle, da fissare con appositi chiodi o viti sul lato opposto della cassetta rispetto alla seduta. A questo punto, basta mettere le scarpe e il gioco è fatto. Un consiglio, se si vuole ricavare più spazio, si possono utilizzare più cassette di legno, unendole tra loro.