Come realizzare un giardino roccioso: piante, pietre e consigli [FOTO]

da , il

    Come realizzare un giardino roccioso, utilizzando piante e pietre? I consigli da poter mettere in pratica non mancano di certo. I giardini rocciosi sono stati inventati per essere in grado di coltivare in giardino le piante alpine: è grazie al successo che è derivato da questa idea che il giardino roccioso ha trovato diverse strade di interpretazione, trasformandosi in mediterraneo, orientale, esotico e via dicendo. Solitamente, i giardini rocciosi vengono progettati da un architetto, ma potete provare anche in autonomia: è, però, importante avere dello spazio a disposizione e tanto buon gusto. Non è necessario possedere una villa con centinaia di metri quadri di terreno: bastano, infatti, alcune piante perenni – grasse o mediterranee, ad esempio – un piccolo angolo caratteristico, magari un po’ scosceso, in pendenza, in ombra o vicino ad un muro, una palizzata o dei cespugli e il gioco è fatto. Come fare, quindi? Ecco alcune idee interessanti e utili consigli sulla realizzazione di un giardino roccioso.

    Come realizzare un giardino roccioso: il progetto e i sassi

    Per prima cosa, iniziate a progettare il giardino roccioso, magari servendovi di immagini o di riviste specializzate: è importante, infatti, non procedere a caso, ma avere un’idea ben chiara in testa, pensando al tipo di ambientazione che si vuole creare e cercando di utilizzare sassi e rocce del luogo per poter risparmiare. Serviranno, quindi, dei sassi: del resto, si chiama giardino roccioso! Posizionateli come meglio credete e sceglietene di forme e colori particolari; successivamente, con i sassi uguali, formate dei perimetri con cui delimiterete varie aiuole. Oltre ai materiali da utilizzare, è importante anche creare un determinato dinamismo tra le rocce, le piante e il terreno, utilizzando delle pietre di varie dimensioni, sistemando prima quelle più grandi per, poi, passare alle più piccole.

    Creare un giardino roccioso: lo stile e le piante

    Nelle aiuole, potete piantare i tipi di pianta che preferite e, a vostra scelta, potete fare aiuole monocromatiche oppure multicolori. Le piante grasse da esterno sono ottime per i giardini rocciosi, in stile esotico: queste non richiedono, inoltre, manutenzione particolare; sono abbastanza economiche e – presso il vostro vivaio di fiducia – potrete trovarne di tutte le specie e dimensioni. Se desiderate realizzare un giardino roccioso alpino, scegliete delle piante tapezzanti e dei fiori: blu, giallo e altri colori renderanno il vostro giardino un dipinto. Potreste, poi, optare per delle piante aromatiche – utili anche in cucina – per un vero stile mediterraneo: maggiorana, origano, timo, rosmarino e chi più ne ha più ne metta per un profumo che avvolgerà l’interno giardino e una decorazione con stile. Per arredare un giardino zen, il consiglio è quello di realizzare un giardino roccioso all’ombra nei pressi di una fontana d’acqua o un laghetto, utilizzando statuine orientali, grandi piante verdi e piante sospese.

    La creazione di un giardino roccioso: le dimensioni

    Potreste scegliere le piante, seguendo la filosofia del Feng Shui. Se lo spazio a disposizione è parecchio, potete anche pensare ad un mini-laghetto con piante acquatiche, delimitato da sassi, posizionato nel mezzo o ad un lato del giardino roccioso. Se, al contrario, lo spazio è davvero limitato, potete realizzare un giardino roccioso in miniatura all’interno di un ciotolone: questo si può fare anche sul terrazzo di casa. Infine, se il giardino è particolarmente grande e le dimensioni non sono un problema, potreste creare dei percorsi con vialetti e sentieri tra fiori e piante; se, invece, si tratta di un piccolo giardino, delimitate gli spazi in un angolo e create delle aiuole rocciose.