Come reagire ad un attentato terroristico in vacanza

Siete in partenza per le vacanze? La polizia inglese, tramite un video, ha fornito alcuni utili consigli per difendersi dagli attacchi terroristici. Come reagire ad un attentato terroristico in vacanza? Come comportarsi? Che cosa fare? Ecco alcuni suggerimenti da utilizzare e mettere in pratica in caso di bisogno.

da , il

    Attentato terroristico? Ecco cosa fare

    Come reagire ad un attentato terroristico in vacanza? Come comportarsi? Che cosa fare? In seguito ai numerosi attacchi terroristici degli ultimi anni, il livello di allerta da parte delle agenzie di antiterrorismo in Europa è notevolmente cresciuto. In Paesi come il Regno Unito, sono state diffuse alcune guide su come comportarsi in caso di coinvolgimento in attacchi terroristici, che possono capitare anche quando ci si trova in vacanza: ciò potrebbe, infatti, aiutare a capire come sopravvivere ad eventuali attacchi terroristici e come difendersi. Siete curiosi di scoprire di più in merito? Ecco alcune idee interessanti e utili consigli da utilizzare durante un attentato terroristico, per sapere cosa fare durante momenti difficili di paura e confusione.

    Che cosa fare durante un attacco terroristico

    Smartphone SMS

    Che cosa fare durante un attacco terroristico? Come comportarsi? Sono diverse le guide e i video rilasciati da alcuni Paesi europei su come affrontare degli attentati terroristici: l’ultimo è proprio il video che potete vedere in apertura e che è stato realizzato dalla polizia inglese.

    Il video in questione fornisce alcuni consigli su cosa fare nel caso in cui ci si trovi coinvolti in una sparatoria, durante una vacanza, ma anche semplicemente in altre occasioni di vita quotidiana. Naturalmente, si tratta di trucchi e suggerimenti da mettere in pratica solo se non sussiste un pericolo maggiore nel farlo.

    Se si resta coinvolti in un attentato e si avvertono degli spari, il primo suggerimento – secondo la polizia inglese – è quello di correre il più lontano possibile: agite velocemente e lasciate indietro borse e oggetti per allontanarvi velocemente e in silenzio. Ovviamente, ciò potrà essere fatto solo dopo aver individuato una strada sicura.

    Al contrario, se non vedete vie di fuga, il consiglio è quello di nascondervi in un posto in cui i terroristi faranno fatica a trovarvi, ma cercate sempre di localizzare le vie di fuga e, se vi trovate all’interno di una stanza, di tenervi lontani da porte e finestre per evitare eventuali spari provenienti dall’esterno.

    Importante è non urlare, ma restare in silenzio, togliendo la suoneria e la vibrazione dal cellulare: una volta fatto ciò, chiamate le forze dell’ordine e date loro tutte le informazioni del caso: dove vi trovate, dove si trovano gli attentatori e se ci sono ostaggi, feriti o morti.

    All’arrivo della polizia, poi, alzate le mani e non fate movimenti improvvisi o bruschi per evitare che vi scambino per gli attentatori: fate tutto ciò che le forze dell’ordine vi dicono di fare.

    Come sopravvivere ad un attentato terroristico

    Polizia macchina

    I suggerimenti non finiscono, però, qui: ci sono, infatti, altri trucchi che possono essere utili in situazioni di emergenza del genere. Come sopravvivere ad un attentato terroristico, quindi? Come difendersi? Secondo alcuni dati rivelati, qualche anno fa, dall’agenzia dell’antiterrorismo britannico NACTSO, non ci si deve fingere morti, ma è sempre meglio – come detto prima – tentare la fuga o nascondersi.

    Sicuramente, è necessario non farsi prendere dal panico e reagire prontamente, anche se ci si trova in una situazione di emergenza, senza mai affrontare i terroristi: il pericolo è, infatti, troppo grande, se non si è addestrati a farlo, anche perché potrebbe trattarsi di più di una persona e potrebbe esserci anche dell’esplosivo. Attendete l’arrivo della polizia.

    Non dimenticate, se siete fuori pericolo, di cercare di aiutare chi ne ha bisogno.

    I suggerimenti per chi è in vacanza

    Aeroporto donna

    Quali sono i suggerimenti da seguire per chi è in vacanza e si trova coinvolto in un attentato? Sicuramente, prima di partire, è bene informare familiari e amici del proprio itinerario, in modo tale che – in caso di emergenza – si possa essere rintracciati con più facilità.

    Ricordate di non intasare le linee telefoniche perché, durante gli attentati, le comunicazioni sono difficili: mettetevi in contatto con i vostri cari tramite un messaggio, appena possibile e cercate di restare aggiornati con le ultime notizie tramite i media, magari grazie a Facebook e Twitter.

    Infine, in caso di attentato, è consigliabile mettersi in contatto con il Ministero degli Affari Esteri del proprio Paese e cercare di essere pazienti, data la situazione di emergenza: spesso, le compagnie aeree necessitano di cancellare e riprogrammare dei voli, per cui la soluzione migliore per tornare prima a casa potrebbe essere quella di prendere una macchina verso la città più vicina e partire da lì.