Come pulire le piante: da quelle finte a quelle grasse

da , il

    Come pulire le piante: da quelle finte a quelle grasse

    Come pulire le piante? Da quelle finte a quelle grasse, le foglie delle piante tendono a impolverarsi, proprio come qualsiasi altra parte della casa: anche se non tutti ci pensano, anche le piante hanno bisogno di pulizia e di essere lavate. La polvere è una nemica delle piante: questa, infatti, può creare una barriera tra la luce e le foglie, causandone l’indebolimento. Come fare, quindi? Ecco alcuni utili consigli per pulire le piante, da quelle finte a quelle grasse, con successo.

    Come pulire le piante: acqua, panno morbido e cotone idrofilo

    Sicuramente, il primo rimedio è rappresentato dall’acqua: può essere quella piovana, nel caso delle piante da esterno; oppure, del rubinetto per le piante da interno. Per quanto riguarda l’acqua del rubinetto, essendo questa ricca di calcare, sarebbe opportuno lasciarla riposare per 24 ore circa. Come procedere? Riempite un nebulizzatore con l’acqua ed eliminate lo sporco dalla superficie delle foglie, aiutandovi con un panno morbido di cotone o con uno strato di cotone idrofilo. Questo rimedio è valido per le piante con foglie lisce e non per quelle che hanno la superficie fogliare coperta da peluria. È da tenere, però, presente che, quando si puliscono le foglie lisce con l’acqua, tale operazione non andrà fatta sotto la luce del sole, in quanto potrebbero bruciarsi.

    SCOPRI COME RICICLARE L’ACQUA PIOVANA

    Come pulire le piante: pennello e banana

    Per quanto riguarda le piante con foglie rugose, potete ricorrere all’uso di un pennello dalle setole morbide. Un altro metodo per pulire le foglie delle piante è quello di strofinarle, delicatamente, con la parte interna – quella morbida – della buccia delle banana: così facendo, infatti, la polvere resterà attaccata alla buccia e il succo sarà nutrimento per le foglie.

    SCOPRI COME COLTIVARE LE BANANE

    Come pulire le piante: doccia e consigli

    In alternativa, potete collocare i vasi delle piante all’interno della doccia o della vasca da bagno per poter lavare le foglie accuratamente: non dimenticate di non utilizzare un getto violento e che la temperatura dell’acqua dovrà essere tiepida. Non dimenticate, poi, di dedicarvi alla pulizia delle piante con costanza e con una certa frequenza – in modo tale da avere sempre delle piante in ottima salute – e di procedere, con la pulizia, partendo dall’alto per proseguire verso la base delle piante. Infine, è possibile acquistare – presso i vivai o i negozi di fai da te – dei prodotti arricchiti di sostanze repellenti e antiparassitarie per rendere le foglie lucide e proteggerle dagli insetti: fate, però, attenzione dato che tali prodotti sono, comunque, nocivi per la salute per via delle sostanze chimiche in essi contenute.