Come pulire la cucina in modo naturale

Come pulire la cucina in modo naturale? Ecco alcuni preziosi e semplici consigli per pulirla con successo, seguendo la nostra utile guida.

da , il

    Come pulire la cucina in modo naturale – Siete alla ricerca di informazioni per poter pulire la cucina di casa vostra con successo? Che sia in legno, laccata o in laminato, non importa. Come fare un’ottima pulizia della cucina senza ricorrere ai prodotti chimici in vendita, che risultano essere costosi e dannosi per la nostra salute e l’ambiente che ci circonda? Esistono alcuni piccoli accorgimenti e trucchi che possono esserci di aiuto in questo senso. Ecco, quindi, alcuni preziosi e semplici consigli per pulire la cucina in modo naturale e con successo, seguendo la nostra utile guida.

    Pulire il piano cottura e cappa

    Pulire la cucina può essere noioso, ma con metodo è un’operazione più semplice da svolgere. Cosa e come fare, quindi? Come prima cosa, pulite il piano cottura – griglia e manopole comprese – con acqua tiepida, del bicarbonato di sodio ed una spugna. Per quanto riguarda la cappa, ricorrete, invece, ad un panno inumidito con acqua e del sapone di Marsiglia, facendo bene attenzione a rimuovere la schiuma con un panno umido e, poi, con uno asciutto; non trascurate, inoltre, i filtri della cappa che potrete immergere in acqua tiepida e sapone.

    Pulire il forno e il frigo

    Il forno, invece, andrà rimesso a nuovo pulendolo con limone, aceto e sale grosso – proprio come abbiamo scritto in precedenza – o preparando una soluzione con 30 grammi di sale, 100 grammi di bicarbonato e 60 millilitri di acqua: questo procedimento andrebbe eseguito minimo ogni 2 mesi circa. Anche il frigorifero andrà pulito seguendo la nostra precedente guida; mentre per il freezer potrete usare – dopo aver staccato la spina e rimosso i cibi – una soluzione realizzata con 250 millilitri di acqua ed un cucchiaino di aceto bianco da versare in un flacone spray o su un panno morbido.

    Mobili, lavandino e consigli

    Per quanto riguarda la pulizia dei mobili, utilizzate un panno umido con del sapone di Marsiglia; mentre il lavandino andrà igienizzato utilizzando un panno inumidito con aceto bianco ed acqua. La cucina va pulita, in ogni caso, giornalmente e dopo aver finito di cucinare: lavate le superfici di lavoro ed i taglieri, disinfettando tutto con una soluzione realizzata in casa con acqua e succo di limone. Per rendere più leggera la pulizia, ascoltate della musica mentre lo fate ed il tempo passerà più velocemente.

    Il cambio delle spugne e degli stracci

    Non dimenticate di cambiare spesso stracci, spugne e quant’altro per evitare il prolificare di batteri: se, invece, la spugna è ancora nuova, lavatela nella lavastoviglie. Infine, spazzate il pavimento e passate lo straccio per, poi, rimettere tutto il cibo e gli oggetti al loro posto.