Come pulire il divano in tessuto: i rimedi naturali e non

La pulizia del divano di casa non va trascurata per questioni igieniche e per garantire una maggiore durata dello stesso. Come pulire il divano in tessuto, che sia esso in microfibra, di alcantara, in pelle o altro ancora? Quali sono i rimedi naturali e non? Tra le soluzioni a cui poter ricorrere, il bicarbonato, l'ammoniaca, il vapore, lo shampoo a secco e la lavatrice, se il divano è sfoderabile. Siete curiosi di scoprire di più? Ecco alcune idee interessanti e utili consigli in merito.

da , il

    Come pulire il divano in tessuto: i rimedi naturali e non

    Come pulire il divano in tessuto? Quali sono i rimedi naturali e non? Le soluzioni per la pulizia del divano in tessuto sono davvero tante. In vendita, esistono alcuni appositi prodotti adatti alla pulizia dei divani e dei vari tessuti, ma è sempre meglio optare per i cosiddetti “rimedi della nonna”, in quanto rispettosi dell’ambiente e della nostra salute: ad esempio, per pulire il tessuto del divano, è possibile ricorrere al bicarbonato, al semplice panno in microfibra, allo shampoo o al vapore. Siete curiosi di scoprire di più in merito? Ecco alcune idee interessanti e utili consigli per pulire il divano in tessuto con successo.

    Come pulire il tessuto del divano con il bicarbonato

    Come accennato prima, la scelta ideale per la pulizia in generale è quella che prevede l’utilizzo di ingredienti naturali, spesso presenti in tutte le cucine: ciò perché questa scelta è spesso la più efficace e anche la più salutare possibile. Qualche esempio? Come pulire il tessuto del divano con il bicarbonato? Per eliminare le macchie presenti sulla superficie del vostro comodo divano, potrete procedere con un detersivo fai da te composto da 1 litro di acqua tiepida, 1 cucchiaio da cucina di bicarbonato di sodio e mezzo bicchiere di succo di limone o di aceto di vino. Prima di procedere con la pulizia, però, testate il detergente naturale su una piccola parte del divano nascosta, così da non incorrere in brutte sorprese. Tra gli usi del bicarbonato, c’è la capacità di sciogliere lo sporco incrostato; mentre il limone e l’aceto vantano un effetto antibatterico e igienizzante.

    Come pulire il tessuto del divano con l’ammoniaca

    Oltre ai rimedi naturali, è possibile pulire il tessuto del divano ricorrendo all’ammoniaca, ma come? Preparando una miscela adatta alla pulizia dei divani in stoffa. Scopriamo gli ingredienti e le dosi per realizzare la soluzione da utilizzare: 500 millilitri di acqua, 2 cucchiai di ammoniaca e 5 gocce di olio essenziale di eucalipto o della fragranza che è più di vostro gradimento. Ovviamente, tale soluzione potrà essere passata sulle zone più sporche, sulle spalliere e sui braccioli con una pezza pulita che sia intrisa dei 2 cucchiai di ammoniaca mescolati ai 500 millilitri di acqua e alle 5 gocce dell’olio essenziale a vostra scelta o di eucalipto.

    Come pulire il tessuto del divano con il vapore

    Da non dimenticare l’importanza dell’aspirapolvere e del vapore per la pulizia dei divani in tessuto. Come pulire il tessuto del divano con il vapore? Per prima cosa, è opportuno cercare di eliminare la polvere, utilizzando l’aspirapolvere con il beccuccio: così facendo, infatti, potrete raggiungere i punti più nascosi e sporchi come, ad esempio, le fessure tra i cuscini e i braccioli o tra i cuscini stessi. Passate, dunque, l’aspirapolvere lungo tutta la superficie del divano; mentre, il getto a vapore vi consentirà di igienizzare ed eliminare gli acari e ogni forma di sporcizia in modo del tutto naturale ed efficace, oltre che semplice.

    Come pulire il divano in microfibra o alcantara

    La morbidezza del tessuto è il vantaggio di avere un divano in microfibra o alcantara, ma mantenerlo pulito è una sfida, sebbene non sia così difficile come può sembrare. Come pulire il divano in microfibra o alcantara? Dopo aver utilizzato l’aspirapolvere per rimuovere polvere, le briciole e quant’altro, create un detersivo naturale ricorrendo ad 1 litro di acqua calda e 1 bicchiere e mezzo di aceto di vino. Passate la soluzione sull’intera superficie, con un panno. L’aceto, dai molti usi alternativi, rimuoverà le macchie e disinfetterà il tessuto. Per profumare l’ambiente, potete aggiungere qualche goccia di olio essenziale di lavanda o di sapone di Marsiglia. Per evitare la formazione di aloni, non dimenticate di provvedere all’asciugatura tramite un phon o avvicinando il divano, il più possibile, alla finestra, prestando attenzione alla luce diretta del sole che potrebbe far sbiadire i colori.

    Come lavare il divano sfoderabile in lavatrice

    Se avete un divano sfoderabile, come fare, invece? Ovviamente, lavare un divano sfoderabile sarà più semplice, perché il tessuto potrà essere lavato, comodamente, in lavatrice. Come lavare, quindi, un divano sfoderabile in lavatrice? Vi basterà leggere le etichette, in modo tale da non rovinare in alcun modo i tessuti. Ad ogni modo, i tessuti non dovranno essere lavati ad alte temperature in lavatrice, altrimenti potrebbero restringersi. In alternativa, il tessuto potrà essere lavato con shampoo a secco per divani o portandolo, direttamente, in tintoria.

    Come pulire il divano in pelle ed ecopelle

    Infine, come pulire il divano in pelle ed ecopelle? In vendita, esistono prodotti come l’Omino Bianco Pulitore per divani e tappeti, ma – come detto prima – è sempre meglio optare per dei rimedi totalmente naturali. Per pulire il divano in pelle, potreste ricorrere ad una saponetta per le mani e un panno umido di acqua tiepida da strofinare più volte sull’intera superficie da pulire. Anche il bicarbonato di sodio può rivelarsi utile – lasciatelo in applicazione per circa 10 minuti e raccoglietelo con l’aspirapolvere – così come una soluzione di acqua e aceto bianco da passare con un panno in microfibra su tutta la superficie. L’olio essenziale di eucalipto, menta, agrumi o tea tree oil eviterà il rischio di tarme e acari.