Come pulire i pavimenti in cotto: i rimedi

Per lavare i pavimenti in cotto, è necessario seguire alcuni piccoli accorgimenti: si tratta, infatti, di un materiale pregiato da preservare. Come pulire il pavimento in cotto opaco, macchiato e molto sporco? Quali sono i rimedi per farlo con successo? Ecco alcune idee interessanti e utili consigli in merito.

da , il

    Come pulire i pavimenti in cotto: i rimedi

    Come pulire i pavimenti in cotto? Quali sono i rimedi per farlo? La pulizia della casa è qualcosa che non deve essere dimenticata: è, infatti, necessario preservare la salute delle persone che la abitano, oltre alla durata degli oggetti che si possiedono. In vendita, è possibile reperire diversi prodotti per l’igiene degli ambienti di casa, ma questi contengono spesso sostanze dannose per l’ambiente e per la salute. Fortunatamente, ci sono alcuni rimedi a cui poter ricorrere. Nello specifico, come pulire il pavimento in cotto molto sporco e macchiato? Volete scoprire di più in merito? Ecco alcune idee interessanti e utili consigli sulla pulizia dei pavimenti in cotto e i lavori di casa.

    Come pulire il pavimento in cotto molto sporco

    Il cotto è uno dei materiali più pregiati che è possibile trovare in casa, ma è necessario essere in grado di preservarlo adeguatamente, per mantenerlo bello il più a lungo possibile: questo tipo di materiale ha, infatti, bisogno di cure particolari, perché assorbe facilmente l’unto e lo sporco.

    Ovviamente, più spesso il cotto verrà pulito e meno macchie ostinate faranno la loro comparsa: il consiglio è, quindi, quello di pulirlo velocemente almeno una volta al giorno.

    Come pulire il pavimento in cotto esterno e interno molto sporco? Fortunatamente, il cotto si pulisce abbastanza facilmente, ma è comunque bene seguire alcuni piccoli accorgimenti per farlo efficacemente e per non rovinarlo. La prima cosa da fare, per una pulizia ordinaria, è quella di dare una passata al pavimento con una scopa o un panno antistatico per, poi, procedere con tre litri di acqua calda, un bicchiere di aceto, tre bicchieri di alcool e qualche goccia di detersivo per piatti: ciò, infatti, permetterà di eliminare la sporcizia presente con successo. Non dimenticate di asciugare il pavimento con un panno asciutto e morbido.

    Come pulire il pavimento in cotto macchiato

    Come pulire il pavimento in cotto macchiato? Per eliminare le macchie – ad esempio, quelle causate da prodotti liquidi acidi, come il caffè o la salsa di pomodoro – è possibile ricorrere ad una soluzione di acqua calda e bicarbonato di sodio: questo metodo, infatti, sarà in grado di eliminare le macchie presenti, soprattutto se utilizzato con uno straccio imbevuto da strofinare attentamente sulle parti sporche.

    Se le macchie dovessero essere particolarmente difficili da trattare, versate del bicarbonato di sodio in polvere direttamente sulla superficie in questione: lasciate in posa per un paio di minuti e lavate via tutto, utilizzando una spugnetta morbida imbevuta di acqua e sapone di Marsiglia. Generalmente, le macchie vanno trattate tempestivamente, proprio per evitare ulteriori danni.

    Come ravvivare il cotto

    Come ravvivare il cotto, se opaco? Dopo la prima posa, il cotto subisce un trattamento con delle vernici e cere per superfici porose: è così che il pavimento diviene brillante, meno incline alle macchie e più resistente. Con il tempo, ovviamente, lo strato di cera tende ad assottigliarsi, per cui il pavimento può divenire opaco: per far brillare il pavimento e restituire la giusta lucentezza al cotto, è consigliabile passare un paio di gocce di olio di oliva o di olio di semi sulle zone da trattare.

    In alternativa, potreste acquistare dell’olio paglierino rosso per pavimenti in cotto, così da lucidare, nutrire e rigenerare il materiale.

    Come pulire il cotto esterno non trattato

    Come pulire il cotto esterno non trattato
? Il cotto, se non trattato, è maggiormente esposto alla sporcizia e non è raro vedere spuntare delle antiestetiche macchie nere o delle efflorescenze saline bianche. In questo caso, è possibile procedere con il classico lavaggio con tre litri di acqua calda, un bicchiere di aceto, tre bicchieri di alcool ed alcune gocce di detersivo per piatti per, poi, proseguire con un trattamento a base di cera, che impedirà la comparsa di nuove macchie di muffa.

    Infine, per proteggere il cotto andrebbe, invece, evitato l’acido muriatico e, in generale, l’uso di sgrassanti troppo forti – ad esempio, l’ammoniaca o la candeggina pura – che agirebbero in profondità, rovinando il pavimento alla base.