Come pulire i pavimenti in ceramica in modo naturale

La pulizia è un lavoro di casa tanto noioso quanto necessario e questo deve includere anche l'igiene dei pavimenti. Come pulire i pavimenti in ceramica in modo naturale? È possibile pulire e lucidare il pavimento in ceramica rovinato, sporco e opaco, utilizzando dei rimedi naturali. Ecco alcune idee interessanti e utili consigli in merito.

da , il

    Come pulire i pavimenti in ceramica in modo naturale

    Come pulire i pavimenti in ceramica in modo naturale? Per quanto noiosa possa essere, la pulizia è qualcosa che va effettuato con costanza e approfonditamente: è, infatti, necessario un buon livello di igiene a casa sia per la salute dei suoi abitanti che per una maggiore durata degli oggetti. In vendita, esistono numerosi prodotti adatti alla pulizia delle più svariate superfici: questi, però, contengono delle sostanze chimiche dannose per l’ambiente e anche per la salute, oltre ad essere anche poco economici. Fortunatamente, Madre Natura ci viene in soccorso, come fa sempre: è, infatti, possibile pulire e lucidare il pavimento in ceramica sporco, rovinato e opaco di cucina, sanitari e altre zone della casa, utilizzando dei rimedi naturali con successo. Siete curiosi di scoprire di più in merito? Ecco alcune idee interessanti e utili consigli su come pulire i pavimenti in ceramica ed effettuare dei lavori di casa con successo.

    Come pulire il pavimento in ceramica a pasta compatta

    I pavimenti in ceramica possono essere di diverso tipo e possono essere igienizzati in modo ecologico, efficacemente: ovviamente, ogni tipo di ceramica varia a seconda della propria composizione e delle lavorazioni con cui viene creato.

    Come pulire il pavimento in ceramica a pasta compatta? In questa categoria, rientrano materiali come le porcellane e il gres: generalmente, tali ceramiche sono impermeabili a liquidi e gas e hanno anche una bassa porosità, oltre ad essere molto resistenti.

    Come pulire i pavimenti? In questo caso, quotidianamente, potete usare della semplice acqua calda; mentre, per una pulizia più approfondita, potrete realizzare una soluzione con 3 litri di acqua, 4 cucchiai di aceto e 4 cucchiai di alcool.

    Come pulire il pavimento in ceramica rovinato a pasta porosa

    Come pulire, invece, il pavimento in ceramica rovinato a pasta porosa? Di questa tipologia di pavimenti, fanno parte le terraglie, le terracotte – ovvero, il cotto – e le maioliche. Questo tipo di materiale è assorbente, ma può rovinarsi facilmente: sebbene, ad esempio, i pavimenti in cotto siano molto resistenti, essendo assorbenti, questi possono macchiarsi e rovinarsi facilmente.

    Come pulire i pavimenti in ceramica monocottura? Anche in questo caso, potrete lavarli con una miscela fatta con 3 litri di acqua, 4 cucchiai di aceto e 4 cucchiai di alcool.

    Come lucidare il pavimento in ceramica opaco

    Una volta al mese, inoltre, a questa miscela potrete aggiungere 3 cucchiai di cera liquida o cera d’api per ceramica: spesso, quando si dà la cera, il pavimento tende a diventare pieno di impronte ma, diluendo la cera nella miscela con alcool e aceto, sarà possibile lucidare il pavimento in ceramica opaco, sia dei sanitari che di altre stanze della casa. Così facendo, renderete nuovamente lucida la ceramica dei pavimenti per interni.

    Come sgrassare il pavimento

    Come sgrassare, poi, il pavimento della cucina o di altri ambienti? In caso di macchie, potete strofinare – con una spugna – le zone interessate con sapone di Marsiglia e bicarbonato di sodio da sciacquare con uno straccio bagnato.

    In alternativa, potete realizzare una ricetta fai da te green con 3 litri di acqua, 4 cucchiai di aceto, 4 cucchiai di alcool denaturato e 1 cucchiaio di sapone di Marsiglia in scaglie.

    Per rimuovere le macchie, potreste anche semplicemente utilizzare dell’aceto da tamponare sulle zone in questione con dell’ovatta per, poi, fare la stessa cosa con del talco.

    Infine, è bene ricordare che una pulizia dei pavimenti dovrebbe essere eseguita almeno un paio di volte a settimana – di più, in presenza di bambini – mentre, stanze come la cucina e il bagno necessitano di passaggi più frequenti, come una volta al giorno o a giorni alterni.

    Dolcetto o scherzetto?