Come pulire i fornelli

da , il

    Come pulire i fornelli

    Come pulire i fornelli? La pulizia della casa è estremamente importante per ovvie ragioni: l’igiene delle varie stanze e degli oggetti di casa è indispensabile per la salute di chi vi abita e anche per garantirne una maggiore durata. La cucina fa parte degli ambienti da non trascurare assolutamente: anzi, è uno di quelli che richiede maggiori attenzioni, dato che è uno spazio dedicato al cibo, in cui si mangia, si conservano gli alimenti e si cucina, utilizzando – tra le altre cose – i fornelli. Come fare, quindi? Ecco alcuni utili consigli per pulire i fornelli della cucina con successo.

    Pulire i fornelli: acqua, sale e aceto

    I fornelli vanno smontati e puliti a fondo, ogni tre mesi circa: oltre ai fattori salute, pulizia e durata, è un’operazione che riguarda anche la sicurezza, in quanto un loro cattivo funzionamento potrebbe rivelarsi molto pericoloso. Come fare, quindi? Prima di tutto, occorre rimuovere le parti estraibili del piano cottura per pulire il tutto con una spugna imbevuta di acqua e sale: la maggior parte della sporcizia e delle incrostazioni verranno, così, rimosse. Una volta fatto ciò, potrete utilizzare uno dei tanti rimedi naturali disponibili per il lavaggio dei fornelli, ovvero l’aceto: preparate una soluzione composta da due cucchiai di aceto per ogni bicchiere di acqua da utilizzare con una spugna da sfregare, delicatamente, sulla superficie. Da specificare che anche la sola acqua calda è un ottimo metodo per sciogliere lo sporco e rimuovere le incrostazioni con facilità.

    SCOPRI GLI USI ALTERNATIVI DEL SALE

    Pulire i fornelli: bicarbonato di sodio, stuzzicadenti, pennello e detersivo ecologico

    Il bicarbonato di sodio – come spesso accade nelle faccende domestiche – è un altro ottimo alleato: potete usarlo per pulire la griglia del fornello – se scomponibile, potrete lavarla insieme ai normali utensili, a mano o in lavastoviglie – nella quantità di due cucchiai di bicarbonato per ogni bicchiere di acqua bollente con una spugna leggermente abrasiva. Per pulire meglio anche i fori dei fornelli, potete aiutarvi con uno stuzzicadenti o un pennello, ma evitate oggetti in metallo che potrebbero danneggiarli: i forellini vanno, infatti, puliti attentamente, in quanto – attraverso loro – passa il gas, per cui devono restare sempre liberi per evitare rischi. Potreste, in alternativa, utilizzare anche un detersivo ecologico – fai da te, oppure di quelli presenti in commercio – per pulire sia la superficie che i fori.

    Pulire i fornelli: sapone di Marsiglia, limone e consigli

    Anche bruciatori e ugelli, se rimovibili, possono essere lavati a mano o in lavastoviglie. Come? Immergeteli in una soluzione composta da acqua e sapone di Marsiglia liquido e, in seguito, sciacquate, abbondantemente, con acqua. Inoltre, i fornelli possono essere puliti strofinando mezzo limone cosparso di sale fino. Infine, ricordate di pulire dopo che si è cucinato e sporcato il piano di cottura – sarà più facile rimuovere lo sporco subito – e di prevenire la formazione di ruggine, asciugando tutto attentamente e accendendo – dopo la pulizia – i fornelli per un minuto, in modo tale da verificarne il corretto funzionamento e l’eliminazione di tracce di umidità.

    SCOPRI COME FARE IL SAPONE DI MARSIGLIA IN CASA