Come preparare la valigia perfetta: 10 trucchi utili

Ecco tutti i nostri preziosi consigli per poter preparare al meglio la vostra valigia per le vacanze dell'estate: 10 trucchi utili per fare i bagagli al meglio.

da , il

    Come preparare la valigia perfetta? Ecco 10 trucchi utili. Perché il countdown è dietro l’angolo e fra pochissime settimane sarà davvero tempo di vacanze. Dopo aver deciso dove e con chi andare in ferie, manca un aspetto che non va sottovalutato, i bagagli, che rappresentano per molti vacanzieri lo stress maggiore. Ma niente paura, con l’elenco delle cose necessarie e i consigli giusti, anche fare le valigie nel modo migliore sarà un gioco da ragazzi.

    1. La lista delle cose da portare

    Fare una bella lista delle cose che non possono mancare nella valigia, delle cose da avere assolutamente può essere un valido esercizio di organizzazione, l’ideale per preparare davvero un bagaglio ragionato e intelligente. Basta stilare un elenco di vestiti e accessori vari utili per la tipologia di vacanza scelta e il gioco è fatto.

    SCOPRI COSA METTERE NELLA VALIGIA DEL NEONATO

    2. La tempistica è importante

    Quando fare la valigia? L’elenco delle cose da portare va fatto almeno quindici giorni prima, così se manca qualcosa, c’è tutto il tempo per fare shopping e colmare le eventuali lacune. La valigia vera e propria, invece, va fatta uno o due giorni prima, lasciandola aperta per eventuali aggiunte dell’ultimo minuto.

    3. La valigia giusta

    Scegliere la valigia giusta in base alla tipologia di viaggio scelto è essenziale. Se, per esempio, i bagagli morbidi, come i borsoni, sono l’ideale per i viaggi in auto che non prevedono troppi spostamenti, gli zaini e i trolley iper leggeri sono perfetti per le vacanze itineranti, con mille tappe diverse.

    4. A ciascuno la sua valigia

    Se non andate in vacanza da soli, migliore tenere presente che per ogni membro della famiglia merita una valigia a parte: così sarà più facile ritrovare tutto, senza creare confusione tra i bagagli. Il consiglio è di scegliere dei trolley di dimensioni non esagerate, così i bambini si divertiranno a trasportare i loro.

    5. L’organizzazione è tutto

    L’organizzazione è tutto. In questa ottica, organizzare lo spazio all’interno della valigia in modo intelligente è fondamentale. Nello strato inferiore vanno scarpe e pantaloni, biancheria e accessori, preferibilmente sempre inseriti in appositi sacchetti. Sopra, invece, vanno abiti e camicette più delicate.

    6. Cosa non può mancare

    Ed ecco cosa non può mancare nella vostra valigia: capi di abbigliamento adatti alla località, tenendo conto che può far freddo come caldissimo (una felpa, una giacca impermeabile, scarpe chiuse e aperte, un costume da bagno, non possono mancare, così come le canottiere). Da non dimenticare le ciabattine per fare la doccia, i medicinali, sia quelli di uso comune sia quelli per le piccole emergenze.

    7. Il necessario per il viaggio

    Un libro per il viaggio, un lettore musicale o un dispositivo per leggere gli ebook sono da considerare validi alleati per il viaggio, soprattutto se il tragitto è lungo. Il consiglio è di tenere tutto in una borsa o in uno zaino da tenere sempre a portata di mano.

    8. Qualche extra utile

    Il cibo così come alcuni alleati dell’igiene sono indispensabili durante un viaggio: una bottiglia d’acqua a testa, delle merendine, degli snack, le salviette detergenti, anche intime, oltre che un cambio da avere sempre a portata di mano in caso di necessità.

    9. Controllare il peso

    Prima di considerare la missione valigie davvero compiuta, se si viaggia in aereo, è necessario un ultimo controllo. Quello del peso dei bagagli. In base alla compagnia aerea scelta e alla destinazione del viaggio, esistono limiti di peso per le valigie, sia di quelle da imbarcare sia per i bagagli a mano, che non vale la pena (per il sovrapprezzo da pagare) superare.

    10. Non riempire troppo, anzi

    Perché non sempre troppo è meglio, anzi. Soprattutto quando si tratta di bagagli. Meglio evitare di riempire le valigie fino a farle quasi scoppiare, ma cercare di trattenersi, sia per lasciare un po’ di spazio per eventuali acquisti durante il viaggio sia per non rischiare di rompere le valigie nel tentativo di stipare vestiti e scarpe.