Come organizzare una cena con delitto

da , il

    cena delitto

    Invito a cena con delitto? No, non si tratta del famosissimo e immortale film con Peter Sellers, ma di una bellissima idea per intrattenere i vostri ospiti e amici in modo originale e divertente. Come organizzarla? Beh, nulla di più facile, seguendo i nostri consigli utili!

    Cena con delitto: che cos’è

    Negli ultimi anni ha iniziato a diffondersi una nuova simpatica usanza: tanti locali e ristoranti hanno deciso di ingaggiare piccole compagnie teatrali che ricreano un’ambientazione da libro “giallo” per accompagnare la serata. Come si svolge il tutto? I commensali sono coinvolti in un delitto (finto, ovviamente) e devono tirare fuori il detective che c’è in loro o improvvisarsi assassini, complici, vittime o testimoni a seconda del ruolo che viene loro assegnato.

    Quello che forse non sapete è che riprodurre questo tipo di ambientazione, seppur in forma semplificata, a casa propria, è facile e divertente.

    Assicuratevi di avere a portata di mano: un gruppo di 8-10 amici, un appartamento, schede personaggi, oggetti da usare come indizi, buffet, una buona dose di fantasia e buone doti organizzative!

    COME ORGANIZZARE UNA CENA A TEMA

    Come si svolge

    Unacena con delitto prevede che ogni partecipante reciti una parte, seguendo una trama, al fine di smascherare il colpevole. Il numero ideale di partecipanti è di 8-10 persone, e magari vi consiglio di organizzare con una cena a buffet, così che possano interagire liberamente tra loro.

    Per ogni personaggio previsto dalla vostra storia macabra, dovrete preparare una scheda nella quale indicherete i ruoli, gli obiettivi da conseguire, i segreti da conservare e gli oggetti da possedere. Potete assegnare i ruoli in maniera del tutto casuale oppure se farlo in base al carattere dei vostri ospiti.

    A questo punto potrete presentare il delitto, magari con un bel biglietto posto sotto i piatti di tutti i commensali. Un’idea carina consiste nel ricostruire una messa in scena, oppure descrivere i fatti a voce.

    Non dimenticate di esplicitare in che epoca si svolge il vostro giallo poliziesco. Dovrete predisporre l’occorrente per rappresentare le varie vicende, ricordandovi di preparare in anticipo gli oggetti che vengono citati nella trama (lettere, documenti, armi del delitto, fotografie, ecc.)

    Alcuni giocatori potranno ricevere degli SMS con indizi supplementari: potranno dunque scegliere se condividerli con tutti, o se tenerle per sé.

    Potete scattare una foto contenente un dettaglio importante, e mostrarla (se digitale) nella TV a tutti, oppure farla vedere ad alcuni (se cartacea). Inoltre potete riportare su alcuni fogli di carta le frasi esclamate dai testimoni dopo il delitto. In aggiunta potete nascondere, tra gli oggetti a tavola, ulteriori informazioni: una lettera scritta dalla vittima tra i tovaglioli, un oggetto misterioso in tavola, potete anche telefonare a uno degli ospiti per consentire lo scambio di informazioni. A fine cena, date ai vostri ospiti qualche minuto per ricapitolare le informazioni e gli indizi ottenuti. Poi fate scrivere a ognuno il suo sospettato principale, l’arma del delitto e il movente. Inoltre, occorrerà che si scrivano le motivazioni di tali scelte. Solo dopo che i partecipanti avranno letto le loro dichiarazioni, comparirà a tavola la lettera contenente l’epilogo del caso.

    A CENA COME LE STAR: SCOPRI I RISTORANTI RESI FAMOSI DAI FILM

    Dolcetto o scherzetto?