Come organizzare un trasloco: 10 consigli utili

Come organizzare un trasloco? Ecco alcuni consigli utili per chi deve cambiare casa.

da , il

    Come organizzare un trasloco in modo efficiente e veloce? Siete in cerca di consigli utili in merito? Cambiare casa non è mai semplice: fare i pacchi può causare molto stress, soprattutto quando non si sa da che parte cominciare e si ha poco tempo per portare a termine la missione. Sicuramente, affidarsi a una ditta specializzata è la scelta migliore. Come procedere, ad ogni modo? Ecco alcuni utili e semplici consigli per organizzare un trasloco perfetto con successo.

    1. Tempistica

    La prima cosa da fare è iniziare per tempo il procedimento del trasloco, senza ridursi all’ultimo momento: iniziate i preparativi, quindi, con diverse settimane di anticipo.

    2. Pulizia

    Il secondo step è quello che prevede la pulizia di tutti gli oggetti che possedete, nel senso che dovrete gettare via tutto ciò di vecchio e inutilizzato: fate spazio al nuovo e all’essenziale! È inutile portarsi dietro enormi quantità di roba vecchia o che sapete benissimo non utilizzerete mai.

    CONSIGLI PER TENERE IN ORDINE LA CASA

    3. Scatoloni

    Impossibile fare un trasloco senza scatoloni: procuratevi, quindi, il necessario per l’imballaggio degli oggetti e che le scatole siano di diverse misure. Tendenzialmente, sono maggiormente utili gli scatoloni di 30-40 centimetri x 40-50 centimetri, oltre a quelli adatti per appendere gli abiti. Gli scatoloni potranno essere acquistati dalle ditte, ma potete riciclare anche quelli del supermercato.

    4. Nastri, fogli di giornali e polistirolo

    Vi serviranno anche rotoli di nastro da pacchi, fogli di giornale, polistirolo e tutto ciò che può servirvi da interporre tra le parti degli oggetti negli scatoloni e per avvolgerli singolarmente, in modo tale che questi non sbattano – non dovrà essere presente spazio tra i vari oggetti – e non si rovinino. Ricordate di dare diversi giri di nastro, se il contenuto degli scatoloni è pesante: questi non dovranno pesare più di 20 kg.

    5. Pennarello e file

    Non dimenticate di segnare con un pennarello, sugli scatoloni, una lettera o un simbolo da segnare, poi, su un file insieme al contenuto della scatola rispettiva: ciò renderà più semplice spacchettare, perché saprete esattamente cosa trovare e dove.

    6. Procedimento

    Come procedere? Possibilmente, stanza per stanza e, in ogni caso, partendo dagli oggetti che utilizzate raramente o di cui potete fare a meno per un po’ di tempo.

    7. Impacchettamento

    Per quanto riguarda l’impacchettamento vero e proprio, ricordate di riporre gli oggetti pesanti negli scatoloni piccoli, gli oggetti fragili negli scatoloni di media grandezza e gli oggetti ingombranti negli scatoloni grandi.

    8. Valigie

    Non riponete tutto all’interno degli scatoloni, ma preparate delle valigie da portare a mano per le cose di cui non potrete fare a meno: cambi di vestiti per i primi giorni, documenti, valori, asciugamani, saponi, disinfettanti, cerotti, medicinali e altre cose di prima necessità.

    SCOPRI COSA METTERE IN VALIGIA PRIMA DI PARTIRE

    9. Ditta

    L’ideale è chiamare una ditta che si occupi del trasporto dei mobili e degli scatoloni più pesanti. Fate attenzione ai preventivi e non dimenticate di confrontare più offerte.

    10. Burocrazia

    Infine, non dimenticate di espletare tutte le pratiche burocratiche riguardanti il cambio di domicilio entro 20 giorni dal trasferimento: anagrafe, luce, gas, acqua, telefono, Internet, Comune, Poste, Agenzia delle Entrate, assicurazione, ASL e simili.

    CONSIGLI PER TRASLOCARE SENZA STRESS