Come montare un neon: una guida fai da te

da , il

    Montare un neon

    Come montare un neon? Perché se è vero che le lampade a fluorescenza, più note come neon, sono un’ottima alternativa a quelle tradizionali a incandescenza, anche perché consentono una notevole riduzione di costi e consumi, è altrettanto vero che per il montaggio richiedono maggiore attenzione e cautela. Ecco una piccola guida fai da te, con l’occorrente e le istruzioni passo dopo passo.

    Tutto l’occorrente

    Oltre alla la lampada a neon, che è il componente principale di questo piccolo progetto di illuminazione fai da te, in sostituzione delle classiche lampadine, è necessario procurarsi altri elementi altrettanto importanti. In particolare, l’occorrente prevede: la plafoniera; lo starter, lo zoccoletto per lo starter; il cacciavite; i tasselli; le viti; un alimentatore reattivo; spezzoni di filo conduttore monofilare; matita; trapano.

    Come fare?

    Procurato tutto il necessario, non resta che mettersi all’opera, prima con le fasi di montaggio fuori sede, cioè l’assemblaggio dei componenti fondamentali della plafoniera che permettono poi di fissare e far funzionare la lampada a neon, poi con le fasi di fissaggio della plafoniera al muro, nella sede e nella posizione scelta per questa fonte di luce.

    La prima cosa da fare è togliere la corrente elettrica, prima spegnendo l’interruttore della luce in questione, poi intervenendo sull’interruttore generale, per evitare ogni rischio. A questo punto, è arrivato il momento di mettersi al lavoro, disponendo tutto il necessario sul piano prescelto, tavolo o terreno che sia, magari dopo aver protetto le superfici con un panno.

    Collegare lo zoccoletto dello starter, fissando i collegamenti. Inserire lo starter nello zoccoletto facendolo ruotare di mezzo giro. Fissare lo zoccolo porta starter alla plafoniera, per poi mettere nei morsetti il conduttore e montare gli zoccoletti con i contatti per il tubo della lampada a fluorescenza.

    Ancora collegamenti e, in questo caso, va collegato l’alimentatore reattivo agli appositi morsetti con spezzoni di conduttore monofilare. Collegato tutto, non resta che fissare la plafoniera al muro, nella sede e nella posizione scelta. Allo scopo, appoggiarla al muro, per prendere con la dovuta precisione misure e distanze e, in particolare, per segnare con la matita i punti in cui andranno fatti i buchi nel muro per inserire le viti.

    Dopo aver terminato gli ultimi collegamenti con i cavi, applicare e fissare la plafoniera al muro, per poi inserire, nelle apposite feritoie degli innesti, facendo girare di mezzo giro, le luci al neon.

    SCOPRI COME REALIZZARE SPLENDIDE LAMPADE FAI DA TE