Come lavare i piumoni

da , il

    Come lavare i piumoni

    Come lavare i piumoni? È importante garantire una pulizia della casa adeguata, senza dimenticare i vari accessori che si trovano al suo interno: ciò per motivi, ovviamente, legati alla salute – polvere e batteri sono causa di allergie varie – ma anche per garantire una maggiore durata agli oggetti che abbiamo. Quando si parla di igiene e l’inverno sta arrivando, è ora di pensare al lavaggio anche delle coperte pesanti e, di conseguenza, dei piumoni: questi preziosi alleati contro il freddo riescono, infatti, a mantenerci caldi, durante le notti invernali, ma vanno puliti adeguatamente. Come fare, quindi? Ecco delle idee interessanti e alcuni utili consigli su come lavare i piumoni e sulle cure di cui necessitano.

    Come pulire il piumone: la lavatrice, la lavanderia e la vasca da bagno

    Come pulire il piumone? Il primo consiglio è quello di prestare molta attenzione al tipo di lavaggio da effettuare: si tratta, infatti, di un capo molto delicato. Se avete una lavatrice della capienza di almeno 10 kg, potete lavare il piumone tranquillamente a casa: generalmente, è consigliabile effettuare un primo lavaggio a freddo – la temperatura deve essere massimo di 30° – in modo tale da evitare dei restringimenti aggressivi causati da temperature più alte; a tal proposito, non dimenticate di leggere i simboli del lavaggio, per poter sapere con certezza quali sono le temperature massime da rispettare. In alternativa, se la vostra lavatrice non è adatta al lavaggio dei piumoni, potreste rivolgervi alla vostra lavanderia di fiducia, che si occuperà della pulizia di questo capo; oppure, mettetelo in ammollo nella vasca da bagno per una notte intera e lasciatelo sgocciolare per diverso tempo, quando avrete finito. Il lavaggio dovrà essere effettuato almeno una volta l’anno, magari approfittando del cambio di stagione.

    SCOPRI COSA NON LAVARE MAI IN LAVATRICE

    Come pulire il piumone: l’asciugatura e la conservazione

    Come asciugare, poi, il piumone? Se avete un’asciugatrice – di una capienza sufficiente – potete utilizzare questa per l’asciugatura del piumone; altrimenti, stendetelo fuori – evitate il contatto diretto ai raggi del sole e prediligete l’ombra – e lasciatelo all’aria aperta, il tempo sufficiente che si asciughi. Inoltre, ricordate di far respirare la coperta la mattina: aprite le finestre e fate prendere aria al piumone in balcone per qualche minuto, in modo tale da far evaporare l’umidità assorbita, durante la notte. Infine, una volta finita la stagione fredda, conservate il piumone pulito all’interno di una scatola o di una borsa in tessuto traspirante, evitando scatole o buste di plastica e nylon che non lasciano uscire l’umidità accumulata.

    SCOPRI DELLE IDEE ORIGINALI PER STENDERE IN CASA