Come lavare i capi in cachemire

da , il

    Come lavare i capi in cachemire

    Come lavare i capi in cachemire? Il cachemire – detto anche “cashmere” – è un tessuto molto pregiato con il quale vengono ottenuti diversi capi di abbigliamento: si tratta di un tessuto particolarmente delicato, per cui è necessario prestare estrema attenzione al suo lavaggio. La pulizia è, ovviamente, un aspetto che non va assolutamente trascurato: l’igiene è, infatti, necessaria sia per ovvi motivi di salute che per allungare la durata degli oggetti che abbiamo in casa e, dunque, anche degli indumenti che indossiamo. Come fare, quindi? Ecco alcune idee interessanti e utili consigli per pulire e igienizzare al meglio i capi in cachemire.

    Lavare i capi in cachemire: in lavanderia

    Prima di tutto, è bene specificare che si tratta di un capo che non va mai lavato in lavatrice. L’ideale – in modo tale da preservare la morbidezza di questo tessuto – è portare il capo in cachemire in lavanderia: qui, infatti, potrà essere lavato a dovere da professionisti che sapranno come trattarlo al meglio, senza rovinarlo. Naturalmente, in alternativa, potrete procedere voi stessi con il lavaggio, ma come?

    SCOPRI COSA NON LAVARE MAI IN LAVATRICE

    Lavare i capi in cachemire: a mano

    I capi in cachemire andranno lavati, esclusivamente, a mano. Come procedere? Girate al rovescio i vostri indumenti in cachemire, in modo tale che non si possano creare degli antiestetici pelucchi e preservare, così, la bellezza del tessuto in questione. Una volta fatto ciò, riempite una bacinella con dell’acqua tiepida e sciogliete, al suo interno, delle scaglie di sapone di Marsiglia o un detergente naturale e delicato. Successivamente, immergete il vostro capo in cachemire all’interno della bacinella e lasciatelo in ammollo per circa 30 minuti per, poi, risciacquare con acqua tiepida pulita: in quest’ultimo passaggio, aggiungete un cucchiaino di bicarbonato di sodio – per 10 litri di acqua – il quale farà da ammorbidente naturale.

    SCOPRI I MILLE USI DEL SAPONE DI MARSIGLIA

    Lavare i capi in cachemire: asciugatura

    Una volta terminato il procedimento del lavaggio, non strizzate assolutamente il capo di abbigliamento, ma lasciatelo sgocciolare liberamente – potreste appenderlo nella doccia – e, successivamente, avvolgetelo in un asciugamano per circa un’ora almeno, in modo tale che possa assorbire l’acqua. Una volta fatto ciò, mettete il capo di cachemire ad asciugare, ma non direttamente ai raggi solari e lontano da fonti di calore, come il termosifone. Come stenderlo? La terza fase dell’asciugatura consiste nell’eliminare l’asciugamano bagnato e utilizzare un altro asciugamano asciutto da riporre sopra lo stendibiancheria in modo orizzontale, sopra cui appoggiare il capo in cachemire.

    CONSIGLI PER STENDERE I PANNI AL MEGLIO

    Lavare i capi in cachemire: stiratura

    Infine, se avrete steso correttamente il capo in cachemire, non avrete alcun bisogno di stirarlo. Qualche piega è presente? Allora, stirate con un panno che andrà sistemato tra il ferro da stiro e il capo in cachemire in questione, senza vapore e con l’apposito programma per stirare la lana.

    SCOPRI I TRUCCHI PER NON STIRARE MAI