Come imparare a meditare in 7 semplici mosse

da , il

    Quali sono i vantaggi della meditazione? Perché ognuno di noi dovrebbe imparare a meditare?

    Forse non tutte lo sanno, ma la meditazione aiuterebbe a ridurre i livelli di stress, a rafforzare la salute della nostra mente, migliorerebbe la qualità del sonno, oltre a contribuire ad alleviare i dolori cronici donando serenità e aiutandoci ad acquisire maggiore consapevolezza in tutte le cose che facciamo.

    L’obiettivo della meditazione è quello di concentrare e calmare la mente, per raggiungere gradualmente un livello di consapevolezza e di calma interiore superiore.

    Ecco allora alcuni pratici consigli che possono esservi utili se desiderate avvicinarvi a questa pratica, ormai molto diffusa.

    Luogo adatto per la meditazione

    Scegliete un luogo tranquillo, un posto calmo e rilassato per permettervi di concentrarvi esclusivamente sull’esercizio, al riparo da qualsiasi stimolo che possa influenzare la tua mente. Cercate inoltre un luogo in cui siete sicure di essere nel corso della meditazione (da 5 a 30 minuti).

    RILASSARSI NEL VERDE CON LO YOGA, SCOPRI I CORSI SULLE ALPI

    La respirazione

    La cosa più importante è respirare. Il respiro profondo è l’aspetto più importante della meditazione: questa azione è il fondamento della vita, aiutandoci nei momenti di stress grazie all’immissione di ossigeno nel nostro organismo.

    Postura

    La migliore posizione in cui meditare, e sicuramente la più efficace, è la posizione del loto, seduta a terra con le gambe incrociate. Altrimenti potete anche sedervi su una sedia. L’importante, in entrambi i casi, è assicurarvi di mantenere ben dritta la schiena. Questo aiuterà anche la vostra mente a rimanere nel giusto equilibrio. Un piccolo trucco per aiutarvi a tenere la colonna vertebrale dritta è immaginare di voler toccare il cielo con la testa! Provare per credere!

    Occhi

    Gli occhi devono stare chiusi. Alcuni ritengono che la meditazione, per essere efficace, debba essere svolta anche con gli occhi aperti, ma per un principiante tenere gli occhi chiusi può essere di aiuto. Eventuali stimolazioni visive esterne verranno bloccate, e sarete così al riparo dalle distrazioni che potrebbero distogliere la concentrazione dalla ricerca del rilassamento della mente.

    I FIORI CHE ALLONTANANNO LO STRESS: I FIORI DI BACH

    Ascoltare il battito del cuore

    Come si fa ad avere accesso alla parte più profonda di noi? Quando respirate, seguite l’alternarsi dei cicli di inspirazione ed espirazione. Esercitatevi a percepire le evoluzioni di ogni parte dell’organismo, le sensazioni che cambiano. Seguite con attenzione il battito del vostro cuore, immaginando lo spazio che occupa nel vostro petto: un territorio immenso, accogliente come una vallata piena di luce.

    Ripetete un mantra

    Molto utile per la concentrazione è anche ripetere un mantra. La meditazione utilizza i mantra come un normale strumento di pratica, attraverso la ripetizione continua e costante di un suono, una parola o una frase, fino a raggiungere il silenzio della mente e a subentrare in un profondo stato meditativo. Il mantra può essere un qualsiasi elemento a tua scelta, ma deve essere semplice da ricordare.

    Pensieri

    Quando realizzate che alcuni pensieri stanno attraversando la mente, non cercate di bloccarli ma lasciateli andare e concentratevi di nuovo sul respiro. Tentare di fermarli o di cancellarli all’istante sarebbe solo ulteriore fonte di tensione al vostro interno. Lasciate trascorrere i vostri pensieri, osservandoli come uno spettatore esterno. Osservate e non giudicate, cercando sempre di rimanere con il vostro respiro.