Come disegnare un volto in 10 mosse

Alcuni consigli utili e un decalogo ad hoc per disegnare un volto in dieci semplici mosse.

da , il

    Come disegnare un volto in 10 mosse? Quello del viso, in effetti, è tra i disegni più complicati da fare nel modo corretto. Sarà per le forme più complesse, per le proporzioni non sempre facili da azzeccare, ma è così. Ecco quindi una sorta di mini guida, un percorso in 10 passaggi per provare a cimentarsi, con matita e foglio di carta alla mano, nella realizzazione di un volto.

    1. I contorni del viso

    La prima cosa da fare è tracciare i contorni del viso. Contorni che dovrebbero essere quelli di una forma leggermente ovale, in grado di rispettare le proporzioni generali di un viso, con la parte inferiore, quella del mento, più stretta e affusolata.

    2. Le linee fondamentali

    Quando sul foglio c’è l’ovale del viso, non resta che dare spazi e posizioni ai suoi diversi componenti. In particolare, si tracciano quattro linee: la prima in verticale, che taglia a metà l’ovale; le altre tre in orizzontale, una che taglia a metà il viso e le altre due parallele alla stessa, una che taglia a metà la parte inferiore dell’ovale e l’altra leggermente sotto.

    3. Il naso

    Sulle righe tracciate, basta disegnare i vari componenti del volto. In corrispondenza dell’intersezione tra la linea verticale e la seconda orizzontale andrebbe disegnato il naso, preferibilmente accennandone il contorno inferiore, completo di punta e narici.

    SCOPRI COME DIPINGERE A OLIO

    4. La bocca

    Altro elemento fondamentale del volto è sicuramente la bocca. Bocca che va disegnata utilizzando come linea di riferimento la linea orizzontale più in basso, la terza, sulla quale dovrebbe appoggiare il contorno del labbro inferiore. Disegnate entrambe le labbra, in modo simmetrico e uniforme la bocca è fatta.

    5. Il contorno degli occhi

    Utilizzando come linea di riferimento quella orizzontale superiore, la prima, si può passare al disegno degli occhi. Occhi che dovrebbero essere equidistanti, sia dal centro del viso e dal naso sia dai lati – allo scopo per controllare la posizione può essere utile un righello – e che vanno disegnati con una forma ovale allungata, a mandorla, con due punte alle estremità che coincidono con la linea.

    6. I dettagli degli occhi

    Predisposti i contorni degli occhi, basta definirne i dettagli più importanti. Dall’iride, che è la parte colorata degli occhi, fino alla pupilla, da colorare di nero lasciando solo un piccolo spazio chiaro. Senza dimenticare le ciglia, che coprono quasi interamente il profilo degli occhi, sia quello superiore sia quello inferiore.

    7. Le sopracciglia

    Sopra gli occhi, per definire meglio lo sguardo e riproporzionare il tutto vanno disegnate le sopracciglia. Sopracciglia da tratteggiare con attenzione, disegnando due leggeri archi, simili ed equidistanti, sopra gli occhi.

    8. Le ombreggiature

    Gli elementi all’interno del volto ci sono tutti. Ora mancano solo i dettagli capaci di dare loro più profondità e veridicità. Come le ombreggiature, per esempio, da realizzare con piccoli tratti decisi intorno agli occhi e lungo il naso.

    9. Le orecchie

    Tra gli elementi all’esterno del volto che però non possono essere tralasciati ci sono le orecchie, che vanno disegnate ai lati dell’ovale. Anche in questo caso facendo attenzione al dove: la base dovrebbe essere in linea con il naso e l’estremità superiore con le sopracciglia.

    10. I capelli

    Via libera, a questo punto alla chioma, che va disegnata tratteggiando i capelli partendo dall’interno vero l’esterno. Si possono disegnare capelli corti e spettinati o un caschetto con frangia ordinato e molto femminile, per esempio.