Come curare le piante da balcone: una guida passo dopo passo

da , il

    piante terrazzo

    La primavera e la bella stagione in generale portano con sé il desiderio di una casa allegra e di un balcone lussureggiante, in linea con il nostro stato d’animo spumeggiante. I fiori hanno infatti il magico potere di rendere più festoso e speciale qualsiasi ambiente, oltre a rendere sempre molto più gradevole la facciata di un edificio.

    Tuttavia non tutte le piante sono altrettanto adatte ai vari punti del balcone. La distinzione principale è tra le piante da balcone che preferiscono il sole e quelle che preferiscono la penombra. E’ dunque fondamentale scoprire come scegliere le piante giuste per il vostro balcone e come curarle correttamente per avere una fioritura piena e abbondante fino a tarda estate.

    Scegliere le piante da balcone

    fiori terrazzo

    La cosa più importante è scegliere le piante più adatte al vostro balcone, a seconda della loro dimensione, esposizione e del tempo che avete da dedicare alla loro cura. Potrete scegliere tra: piante sempreverdi, piante da fiore, da bulbo e rampicanti. Ma prima di piantare alcunché vi servirà un piccolo vademecum per capire quali sono gli elementi fondamentali per tenere in vita una pianta.

    PIANTE DA BALCONE RAMPICANTI, ECCO QUALI SONO

    Luce per le piante

    luce piante

    La luce è il primo elemento fondamentale per la vita delle vostre piante da balcone, in particolare per la fotosintesi clorofilliana: la luce, immagazzinata nelle foglie, venendo a contatto con l’aria e con l’acqua del terreno dà vita a una reazione chimica. Di notte invece accadrà l’opposta, perché la pianta brucia ossigeno e rilascia anidride carbonica.

    PIANTE DA BALCONE IN OMBRA, UNA GUIDA UTILE

    Acqua

    acqua piante

    L’acqua è l’elemento più importante per la fotosintesi di cui abbiamo parlato poco fa, oltre a rappresentare un componente importantissimo delle piante, dando la possibilità di diluire i sali minerali e gli elementi vitali, conducendoli dalla terra alle radici. Importantissimo è apportare la giusta quantità d’acqua a ogni piantina che popola il nostro giardino.

    Terra e temperatura

    terreno piante balcone

    La terra è la base d’appoggio delle radici e il contenitore chimico degli elementi nutritivi. E’ molto importante capire se si tratta di un terreno acido e basico, e se è argilloso, sabbioso o di medio impasto. Un occhio di riguardo anche per la temperatura esterna, un fattore che può determinare il corso di vita di una pianta: un’accortezza che potete avere, per certe specie di piante, è quella di coprirle con dei teli per evitare le gelate invernali.

    Piante da balcone: gigli e begonie

    giglio balcone

    Ma quali sono le piante perfette per i balconi? I gigli grandiflora sono tra le specie a ricca fioritura più adatte a colorare i vostri balcini tra giugno e agosto. Inoltre si adattano bene tra arbusti e piante perenni a condizione che non superino i 60-80 cm di altezza. Anche le begonie sono una specie molto colorata e duratura.

    Azalee, primule e violette

    azalee

    Chi volesse qualcosa di più ricercato può osare con l’Azalea giapponese ad alberello che mette i fiori tra aprile e maggio. Non confondetela con la classica azalea dai fiori rosa, una pianta che ha bisogno di raggi durante il periodo primaverile, ma che va posta al riparo non appena sopraggiunge l’estate. Primule e violette invece sono note per i loro fiori dai colori vivaci, ma nel caso delle violette fate attenzione a non lasciarle troppo esposte ai raggi estivi.