Come costruire un gazebo

da , il

    Come costruire un gazebo

    Come costruire un gazebo? Questa operazione potrebbe sembrare difficile; eppure, se si hanno un po’ di manualità, pazienza e i giusti strumenti, è possibile progettare uno spazio accogliente e totalmente fai da te. Certamente, prima di iniziare i lavori e la costruzione, è opportuno avere le idee ben chiare e un progetto da portare avanti: improvvisando, infatti, non si otterrebbero risultati ottimali. Presso Leroy Merlin o IKEA – solo per citarne un paio – è possibile acquistare dei gazebo di design per l’arredamento del giardino – di forme, materiali e colori diversi – ma perché non risparmiare e creare qualcosa di unico con le proprie mani? Ecco alcuni utili e semplici consigli sulla costruzione di un gazebo.

    Costruire un gazebo: il progetto e gli strumenti

    Per costruire un gazebo in legno, sarà necessario preparare un progetto e capire dove riporlo, la sua dimensione e quale sarà il suo ancoraggio al terreno: buttate giù dei disegni che includano le misure e i vari dettagli circa la struttura che dovrete realizzare. Oltre a ciò, non dimenticate di chiedere, presso il vostro comune di residenza, se occorre un’eventuale autorizzazione per la costruzione del gazebo. Una volta fatto ciò, preparate gli strumenti adatti: i montanti, dei porta-paletti in ferro, cemento, il legno – ad esempio, il castagno o il pino nordico – una pala o una vanga – per scavare le buche nel terreno – livella, pialla, martello, metro, trapano, scala e una sega circolare con lama inclinabile o, in alternativa, potreste rivolgervi ad un falegname di fiducia. Il consiglio è, comunque, quello di chiedere consiglio al centro fai da te presso cui acquisterete il materiale – certamente, sapranno darvi dritte in più su cosa serve esattamente – oppure, acquistare del legno già tagliato.

    CONSIGLI SUI GAZEBO PER GIARDINO

    Costruire un gazebo: il procedimento

    Per il fissaggio al suolo, se il terreno è abbastanza soffice, potreste interrare i montanti o inserire i porta-paletti in ferro, oltre ad aggiungere, eventualmente, una colata di cemento per una base più stabile. Una volta detto ciò, dovrete – per prima cosa – delimitare il perimetro del gazebo con qualche picchetto e della lenza e scavare le buche negli angoli per poter inserire, al loro interno, i pali portanti, allineandoli con la livella e fissandoli al suolo con del terriccio o della colata di cemento da preparare in precedenza. Per quanto riguarda la copertura – ovvero, la costruzione del tetto – fissate le assi per il tetto, con viti e bulloni, sull’estremità dei pali portanti; sistemate le assi più piccole ai lati e scegliete un telone in nylon del colore che preferite; mentre, se desiderate un gazebo con tetto spiovente, dovrete fissare la copertura su assi inclinate. Pavimento e pareti laterali, invece, potranno essere realizzati utilizzando le assi in legno. Inoltre, se il legno utilizzato è al naturale, non dimenticate di trattarlo con l’impregnante a cera, in modo tale da contrastare la formazione di muffe e funghi e preservarne il colore e la fibra. Infine, non dimenticate di arredare il vostro gazebo con i complementi d’arredo per esterni che preferite e buon relax!

    Dolcetto o scherzetto?