Come combattere il freddo in casa

da , il

    Come combattere il freddo in casa

    Come combattere il freddo in casa? L’inverno sta arrivando ed è tempo di pensare a come poter riscaldare la propria abitazione in modo ottimale. È possibile, ovviamente, ricorrere ai termosifoni per scaldare le stanze di casa, ma il riscaldamento potrebbe non funzionare o non essere abbastanza, durante la stagione fredda: una casa troppo fredda e l’aria troppo secca possono rappresentare un’insidia per la salute, in special modo per bambini, anziani e persone con il sistema immunitario indebolito o affette da alcune malattie. Esistono diversi metodi da poter utilizzare per contrastare il freddo nelle varie stanze di casa. Quali? Ecco delle idee interessanti e utili consigli per combattere il freddo in casa con successo.

    Combattere il freddo: le finestre, le porte e i muri

    La prima cosa da fare è quella di chiudere bene finestre e porte, in modo tale da evitare spifferi: accertatevi, quindi, di tenere aperte le finestre soltanto durante il giorno – quando la temperatura fuori è più calda – e chiudete bene tutto la sera, ancora meglio se con delle chiusure ermetiche o sigillando tutto con delle strisce adesive, dei fogli di plastica trasparente o dei paraspifferi in tessuto. Ovviamente, oltre a questi metodi, le tende sono una soluzione classica ed efficace per cercare di tenere fuori il freddo e mantenere più calde le stanze di casa: queste andranno tenute aperte durante le giornate di sole e chiuse quando fa più freddo o la sera. Inoltre, le stanze non utilizzate andranno chiuse, perché le porte forniscono una barriera che eviterà una maggiore circolazione di aria e ridurrà la dispersione del calore; nelle stanze, invece, in cui soggiornate, ricorrete anche a tappeti, paraspifferi e mobili per cercare di tenere fuori l’aria fredda, bloccando gli spifferi. Da non sottovalutare, l’importanza di applicare dei pannelli isolanti per rivestire i muri e ricorrere a degli infissi con doppi vetri: tutto ciò renderà, infatti, più calda la casa e vi permetterà anche di risparmiare sulla bollette del riscaldamento.

    SCOPRI COME PULIRE LE FINESTRE DI CASA

    Combattere il freddo: i riscaldamenti, l’abbigliamento e l’alimentazione

    E, a proposito di riscaldamenti, l’utilizzo dei termosifoni è uno dei metodi più diffusi: la temperatura, però – ricordando di evitare le dispersioni di calore – dovrà mantenersi tra i 19-22 gradi con un’umidità degli ambienti di casa – potete riempire le vaschette dei radiatori – pari al 40-50%. Ovviamente, un’ottima fonte di calore sono i capi di abbigliamento caldi – cappelli, calze, pantofole, sciarpe, guanti, vestaglie, maglioni e chi più ne ha più metta – anche se è sempre opportuno fare attenzione al passaggio da un ambiente freddo a quello caldo, cercando di non sudare e raffreddarvi. Anche l’alimentazione gioca un ruolo importante per combattere il freddo e rafforzare le difese immunitarie: occorre mangiare frutta, verdura e legumi a volontà per l’apporto di vitamine e sali minerali; bere almeno due litri di acqua al giorno e bevande calde – come cioccolata o tè – evitando gli alcolici che favoriscono la dispersione del calore prodotto dal corpo.

    SCOPRI COME SFIATARE I TERMOSIFONI

    Combattere il freddo: la cucina, la luce e l’acqua

    Per riscaldare l’ambiente di casa – in special modo, quello della cucina – potete cucinare: il calore contribuirà, infatti, ad asciugare l’umidità dell’aria, rendendo l’abitazione più calda; di questa opzione non fa, però, parte la cottura a vapore, che aumenterebbe il livello di umidità nell’aria. La luce è un altro modo per combattere il freddo in casa: potreste, ad esempio, accendere delle candele – ovviamente, in posti sicuri – ma anche la luce di lampadari e lampade e quella naturale riescono a riscaldare gli ambienti. Da non dimenticare, poi, la classica borsa dell’acqua calda o un bel bagno e una doccia caldi per riscaldarsi con l’acqua.

    Combattere il freddo: l’attività fisica e gli animali domestici

    Fare dell’attività fisica vi aiuterà a mantenervi caldi in casa, perché produrrete calore e migliorerete anche la vostra circolazione sanguigna. Infine, per chi ha un animale – ad esempio, un cane, un gatto o anche più di uno – non c’è miglior modo che quello di abbracciare il proprio peloso a quattro zampe per riscaldarsi.

    SCOPRI COME PROTEGGERE I CANI DAL FREDDO

    Dolcetto o scherzetto?