Come coltivare le carote in casa

Come coltivare le carote in casa? Ecco alcuni utili e semplici consigli sulla coltivazione di questi ortaggi.

da , il

    Come coltivare le carote in casa? Il giardino e il balcone di casa possono diventare dei piccoli angoli di paradiso: è qui, infatti, che possiamo trascorrere dei momenti di relax, ma anche realizzare il nostro piccolo orto biologico in vaso o in piena terra. Sono moltissimi gli alimenti che è possibile coltivare e, tra questi, ci sono proprio le carote: questi ortaggi crescono in poco spazio, per non parlare della loro bontà e delle molte proprietà benefiche che apportano all’organismo. Cosa c’è da sapere, dunque, sulla loro coltivazione? Ecco alcuni utili e semplici consigli per coltivare le carote in casa con successo.

    I vasi

    Se decidete di piantare le carote in vaso, prestate attenzione a sceglierne uno che abbia dei piccoli fori sul fondo e che sia, possibilmente, largo e profondo almeno circa 25-30 centimetri. Inoltre, il fondo del vaso dovrà essere preparato con un rivestimento di palline di argilla espansa e del terriccio naturale, a cui aggiungere del compost casalingo come fertilizzante.

    SCOPRI COME REALIZZARE IL COMPOST

    Il terreno

    Il tipo di terreno dovrà essere – che sia in vaso o in piena terra – fertile, umido e un po’ calcareo. Non dimenticate di pulire la terra da pietre, sassi, erbe infestanti e tutto ciò che potrebbe ostacolare la crescita di questi ortaggi.

    La posizione

    La posizione che andrete a scegliere – sia che sia in vaso o in piena terra – dovrà essere ben soleggiata, ma dovrete fare attenzione che non si brucino le prime foglie.

    Il periodo

    Il periodo adatto alla semina è quello di fine inverno e inizio primavera: generalmente, da febbraio in poi, quando il clima è più mite.

    SCOPRI I FIORI DA COLTIVARE IN PRIMAVERA

    La semina

    Una volta fatto ciò, potete versare i semi di carota e coprire questi ultimi con della terra: circa un mezzo centimetro di terra andrà più che bene. I semi andranno interrati a una distanza di circa 5 centimetri l’uno dall’altro.

    SCOPRI COSA SEMINARE NEL MESE DI APRILE

    L’innaffiatura

    Per quanto riguarda l’innaffiatura, ricordate di mantenere quotidianamente il terreno abbastanza umido, ma evitando assolutamente i ristagni di acqua: ciò vuol dire che dovrete annaffiare maggiormente durante l’estate – almeno due volte al giorno – e meno durante il resto dell’anno, quando basterà una volta sola al giorno.

    La concimazione

    Le carote necessiteranno, inoltre, di una concimazione moderata: per questa ragione, potrete utilizzare del compost organico.

    CONSIGLI PER FARE DEL CONCIME ORGANICO PER L’ORTO

    La raccolta

    Infine, dalla semina, dovrete attendere circa 4 mesi per il raccolto delle prime carote: procedete con delicatezza, senza strapparle, ma spostando la terra ed estraendole delicatamente.

    Dolcetto o scherzetto?