Come coltivare il tè in casa

da , il

    Come coltivare il tè in casa

    Come coltivare il tè in casa? Chi è che non ama questa eccezionale bevanda? Sorseggiare del tè caldo, durante l’inverno – magari, leggendo un buon libro o guardando una serie TV – è molto rilassante; per non parlare, poi, del tè freddo in estate, che aiuta ad avere un po’ di refrigerio, durante le calde e afose giornate estive! Perché, quindi, non avere del tè biologico sempre a disposizione in casa? Come fare? La coltivazione di questa pianta – una delle piante più antiche e conosciute al mondo – non è così difficile come può sembrare. Ecco alcuni utili e semplici consigli per coltivare il tè in casa con successo.

    Coltivare il tè: il clima, i semi e il terreno

    Tè terreno

    La pianta del tè è conosciuta da secoli: gli inglesi hanno importato tè per centinaia di anni dai Paesi indiani – tra i maggiori produttori di tè, per l’appunto – e ne ha fatto la propria bevanda nazionale conosciuta in tutto il mondo. Oggi, ad ogni modo, è possibile coltivare il tè anche in altre zone della Terra, compresa l’Italia: qui, infatti, grazie al clima abbastanza temperato, è possibile coltivare piante di tè. Come? Se la pianta di tè verrà coltivata, ad esempio, in vaso, durante l’inverno, sarà opportuno spostarla al sole ed evitare le gelate invernali; mentre, in estate, sarà bene metterla all’ombra. Prima di procedere con la coltivazione – che sia in vaso in balcone o in orto in giardino – è opportuno acquistare i semi presso i vivai o le aziende agricole. Senza alcun dubbio, di fondamentale importanza è la qualità del terreno, che dovrà essere adatto alle piante acidofile e ben drenato.

    SCOPRI I TRUCCHI PER SEMINARE UN TAPPETO ERBOSO

    Coltivare il tè: l’innaffiatura, la potatura e il raccolto

    Tè raccolto

    Per quanto riguarda l’innaffiatura, occorrerà annaffiare la pianta con acqua abbondante – in special modo, nei primi due mesi – in quanto il terreno è opportuno che sia sempre umido: prestate, però, attenzione alla formazione di eventuali ristagni di acqua dannosi per la pianta. Durante la fioritura, sarà poi necessario potare i rametti secchi e spogli: così facendo, infatti, irrobustirete il tronco e la pianta stessa. Le piantine di tè possono arrivare a un’altezza di oltre due metri in due mesi. Per quanto riguarda il raccolto, potrete raccogliere le foglie di tè mature ogni anno.

    CONSIGLI PER INNAFFIARE LE PIANTE

    Coltivare il tè: l’essiccazione

    Tè foglie

    Una volta raccolte le foglie di tè, potrete pensare all’essiccazione: vi basterà esporle al sole, per un giorno circa, per farle essiccare ed eliminare l’umidità accumulata. Infine, non vi resterà che preparare un ottimo infuso, utilizzando le foglie secche: avrete, così, a disposizione dell’ottimo tè biologico, ogni volta che desiderate!