Come coltivare il melograno

Come coltivare il melograno in casa? Ecco alcuni preziosi e semplici consigli per coltivarlo in vaso in balcone o in orto in giardino.

da , il

    Come coltivare il melograno in casa? Il melograno è uno dei frutti più amati e la cui coltivazione è abbastanza semplice, al contrario di quanto si possa pensare. Originario di zone dell’Iran, Asia occidentale e Nord Africa, l’albero di melograno è, oggi, coltivato soprattutto negli USA e nel Messico. Coltivare il melograno, in Italia, è possibile in qualsiasi regione, in quanto si tratta di una pianta particolarmente resistente alle temperature estreme: è, infatti, capace di tollerare sia il caldo che il freddo. Come fare, quindi, per piantare il melograno in vaso in balcone o in giardino nell’orto? Ecco alcuni preziosi e utili consigli sulla coltivazione del melograno in casa.

    1. I semi

    È possibile coltivare il melograno partendo dai semi: potete, dunque, estrarli dal frutto stesso – possibilmente, biologico – o acquistarli presso un semenzaio di fiducia.

    2. Il terreno

    Il terreno per la messa a dimora dovrà essere di tipo calcareo e ben drenato: preferite, quindi, un terreno leggermente alcalino, con un pH intorno a 7,5-8.

    3. La semina

    I semi andranno piantati nel terreno a circa mezzo centimetro di profondità: la semina può essere effettuata sia in piena terra che all’interno di vasi. Per quanto riguarda i vasi, potreste piantare tre semi per vasetto.

    4. La temperatura

    Per germogliare, i semi necessitano di temperature miti. La stagione ideale per piantarli dipende dalle zone climatiche: al Centro e al Sud, andranno bene anche il periodo autunnale e quello invernale; al Nord, invece, sarà meglio procedere nei mesi primaverili ed estivi.

    SCOPRI I FIORI DA COLTIVARE IN PRIMAVERA

    5. La posizione

    Ricordate che il melograno necessita di una posizione abbastanza soleggiata e che le piantine dovranno essere tenute al riparo da freddo, vento e gelate.

    6. L’irrigazione

    L’irrigazione del melograno varia in base alle condizioni climatiche: durante il periodo estivo, sarà necessario annaffiare con acqua ogni 8-14 giorni circa; mentre, durante l’inverno, potrebbe bastare anche solo la pioggia. Prestate, però, estrema attenzione ai ristagni d’acqua.

    7. La concimazione

    Ricordate di arricchire il terreno con del compost naturale, soprattutto nel periodo che va da maggio ad agosto: potreste utilizzare del concime naturale.

    SCOPRI COME REALIZZARE DEL COMPOST NATURALE

    8. Il raccolto

    Infine, il raccolto avverrà durante l’autunno e, nello specifico, nel periodo che va da ottobre a novembre.