Come coltivare i mandarini: un tutorial

da , il

    Mandarino

    Come coltivare i mandarini – Siete alla ricerca di un tutorial sulla coltivazione dei mandarini? Il mandarino – il cui nome originale è Citrus Reticulata – è un albero da frutto che appartiene al genere Citrus ed alla famiglia delle Rutaceae, che produce i buonissimi e succosi mandarini. Perché non coltivarli, quindi, a casa propria nel proprio giardino o balcone ed avere dei mandarini pronti da consumare? Ecco alcuni preziosi e semplici consigli per poter coltivare i mandarini con successo, seguendo il nostro utile tutorial.

    Come coltivare i mandarini: coltivazione

    Il mandarino è un agrume molto amato ed averlo a nostra disposizione, quando ne abbiamo voglia, potrebbe anche farci risparmiare e fare bene alla nostra salute, essendo di origine casalinga e, dunque, privo di prodotti chimici dannosi per la salute. Come coltivare un mandarino cinese, che sia bello anche esteticamente? Non è difficile come può sembrare, ma molto semplice: l’importante è, infatti, seguire alcuni piccoli accorgimenti per poterlo coltivare con successo. Prima di tutto, procuratevi dei semi di mandarino o, meglio ancora, acquistate una piantina di mandarino giovane, assicurandovi che sia priva di parassiti. Inizialmente, riponete la pianta in un vaso di terracotta – abbastanza ampio, in modo tale che le radici possano crescere senza problemi – riponendo prima uno strato di ghiaia o di argilla sul fondo, per permettere un ottimo drenaggio e l’assenza di ristagni. La piantina è bene che abbia una buona esposizione al Sole e che le temperature non vadano sotto i 4-5 gradi. La posizione ideale deve essere arieggiata, ma al riparo da venti che siano forti o troppo freddi: per questa ragione, durante l’Inverno, è bene rientrare la pianta in casa o adibire una piccola tettoia come riparo, soprattutto se abitate al Nord. Quando piantare l’albero? La messa a dimora andrà effettuata in piena terra, in Primavera, nel periodo che va da fine marzo a maggio. Il terreno dovrà essere fertile ed avere una buona quantità di humus. Per quanto riguarda le innaffiature, andranno assolutamente evitate durante il periodo invernale ed anche quello primaverile, in quanto saranno già sufficienti le piogge; in alternativa, se si attraversa un periodo di siccità o durante il periodo estivo, occorrerà innaffiare in modo regolare, ma prestando molta attenzione ai ristagni d’acqua che dovranno, assolutamente, essere evitati. La potatura, invece, andrà effettuata eliminando i rami secchi.

    SCOPRI COME COLTIVARE LE ARANCE

    Come coltivare i mandarini: consigli

    Controllate sempre che non vi sia muschio in crescita nel terreno, perché potrebbe essere pericoloso per la crescita. Inoltre, durante l’anno, è bene zappare il terreno intorno al fusto del mandarino almeno 3-4 volte per garantire un ottimo passaggio dell’acqua ed una buona aerazione delle radici. Infine, prestate attenzione ad afidi, acari, cocciniglie e muffa verde per mantenere in buono stato il mandarino ed avere un ottimo raccolto.

    CONSIGLI PER LA COLTIVAZIONE DELLE MELE

    Dolcetto o scherzetto?