Come coltivare i girasoli in vaso: consigli utili per uno dei fiori più solari!

da , il

    girasoli in vaso

    Coltivare i girasoli in vaso è possibile. Basta solo seguire alcuni accorgimenti per prenderci cura di una delle piante più solari e allegre che Madre Natura ci abbia regalato. Del resto, lo dice il nome stesso: senza sole questo bel fiore sarebbe destinato a morire. E infatti si alza su maestoso proprio quando il re del cielo spunta a scaldarci, per poi riabbassarsi quando invece è il buio il vero protagonista. Siamo solitamente abituati ad ammirare i girasoli nei campi coltivati, ma se volete rallegrare il vostro balcone, sappiate che si può anche piantare in vaso. Ecco come.

    Il girasole può essere piantato in vaso come un altro fiore. Procuratevi dei semi: potete scegliere tra quello nano e quello gigante. Il primo è perfetto per piccoli ambienti, mentre il secondo ha bisogno di vasi decisamente più “ingombranti”. Il terriccio deve essere assolutamente ben concimato, mentre la tipologia di terreno è indifferente: resiste bene un po’ con tutto.

    Ovviamente, questa pianta ha bisogno di molta luce: il girasole, lo dice il nome stesso, ha bisogno del sole per poter crescere bene. E’ necessario dunque tenerla alla luce dell’astro che ci riscalda il più possibile. Scegliete il balcone più esposto al sole e se è possibile potete anche spostarla, in base a dove gira il sole. Un po’ scocciante, ma così il vostro fiore crescerà davvero bene!

    Per quanto riguarda l’acqua, dovrete dar da bere al vostro fiore, ogni volta che il terreno risulta asciutto. Dovete, infatti, evitare i ristagni di acqua, non ben digeriti dal girasole. E utilizzate vasi grandi e molto profondi. Hanno bisogno di spazio!

    Ma il girasole è bello da vedere, oltre che essere buono da mangiare. Ecco a voi una bella minestra realizzata proprio con questo fiore.

    Dolcetto o scherzetto?