Come caricare la lavastoviglie per piatti sempre puliti e brillanti [VIDEO]

da , il

    Caricare una lavastoviglie può sembrare il lavoro più facile del mondo. E invece non dovrebbe essere così scontato. Quante volte, a fine lavaggio, ci accorgiamo che i piatti e i bicchieri non sono stati lavati correttamente? Quante volte la pastiglia che inseriamo al suo interno per il lavaggio non compie il suo dovere, rimanendo incastrata tra qualche posata e qualche coperchio? Non è colpa della lavastoviglie, ma di chi la carica, che dovrebbe essere a conoscenza di qualche piccolo trucco per evitare problemi nelle fasi di lavaggio e asciugatura delle stoviglie. Ecco allora alcuni consigli utili per non sbagliare più e per sfruttare al meglio uno degli elettrodomestici più importanti per le massaie moderne. Ammettiamolo, sempre di corsa come siamo, come faremmo senza lavastoviglie?

    Dopo aver imparato inseme a pulire la lavatrice con rimedi naturali, innocui e anche molto più economici rispetto a quelli che impiegano prodotti chimici a volte costosissimi, e dopo aver visto come è facile e importante rimuovere il filtro della lavatrice per poterlo pulire di tanto in tanto, oggi ci rivolgiamo ad un altro elettrodomestico indispensabile come la lavastoviglie.

    Le lavastoviglie sono diverse. Ci sono quelle a tre piani, con un cassettino in alto per le posate e due piani inferiore per tutto il resto. Quelle più comuni propongono solo i due piani inferiori, con un cestino dedicato invece a forchette e coltelli. Va da sè che in questo cestino e nel cassettino in alto, quando presente, vanno messe solo le posate.

    E tutto il resto? Sappiate che i bicchieri vanno sempre posizionati nel piano superiore, insieme a tutte le stoviglie di vetro e di plastica. Oggetti in ceramica, in terracotta o in legno è meglio non metterle dentro, perché la lavastoviglie potrebbe rovinare in maniera pesante le vostre stoviglie. Vietato anche l’alluminio, che tende a diventare scuro.

    Nel piano superiore si possono anche mettere i piatti, se avanza spazio, anche se solitamente sono posizionati nel piano sottostante insieme a pentole, mestoli, tegami e coperchi. La regola generale rimane quella che prevede nel cestello superiore le stoviglie meno sporche e in quello inferiore quelle più sporche, perché qui la forza dell’acqua è maggiore.

    Ricordatevi poi di verificare che non ci sia nulla ad impedire al cassettino del detersivo di aprirsi correttamente e che i bracci meccanici possano girare in tutta libertà, senza essere ostacolati da mestoli messi in verticale o pentole troppo alte posizionate nel punto sbagliato.