Come arredare la camera da letto [FOTO+VIDEO]

da , il

    Come arredare la camera da letto

    Arredare la camera da letto, oppure rammodernarla, è un’operazione tanto piacevole quanto delicata. Rispetto agli altri ambienti della nostra casa, infatti, questa camera ci accoglie nel momento più delicato della nostra giornata: quello del riposo notturno. Ma non solo, spesso e volentieri questo luogo privilegiato diventa anche il vero “cuore” intimo dell’abitazione, quello in cui possiamo custodire la nostra privacy, dove possiamo rilassarci ed essere davvero noi stesse. In pratica la nostra personalità, il nostro vero “essere”, sono espressi proprio dall’arredamento, dai colori, dal tipo di accessori che scegliamo per la nostra stanza da letto, e questo discorso è valido anche nel caso in cui questo spazio così intimo lo dobbiamo condividere con un coinquilino o con un parente, un fratello o una sorella, ad esempio.

    Infine, nel caso in cui dividiamo la camera con un partner, quindi parliamo di camera da letto matrimoniale a tutti gli effetti, allora dobbiamo impostare lo stile e scegliere la tipologia di mobilio anche tenendo conto dell’effetto che esso produrrà sulla nostra affettività e sull’eros. Insomma, tante piccole e grandi cose da considerare, ecco perché ci piace fornirvi qualche semplice consiglio su come arredare la camera da letto. Per qualche bella idea visiva, sfogliate la nostra gallery.

    Arredare la camera da letto: single o coppia?

    Cominciamo con la scelta dello stile di arredamento della vostra camera da letto. Diciamo subito che la prima cosa da fare è distinguere l’uso, o meglio il tipo di “inquilino” che dovrà abitarla, prima di decidere come arredarla. Se la camera da letto è per un single adulto sarà certamente diversa da quella destinata ad un ragazzo o ad una teenager nell’età dello sviluppo, per non parlare delle camerette dei bambini, che devono avere delle caratteristiche specifiche in linea con le esigenze dei piccoli anche in termine di sicurezza. Se, poi, la camera è per una coppia, anche in questo caso sarà importante trovare un punto armonico tra le esigenze di entrambi. L’essenziale è che la stanza sia funzionale e che rifletta alla perfezione la personalità e le esigenze di chi la dovrà abitare, perciò meglio evitare scelte di arredamento di design, belle a vedersi ma più adatte ad uno showroom che ad un ambiente da “vivere”.

    Arredare la camera da letto: le dimensioni contano

    La prima valutazione da fare è relativa alle dimensioni della stanza. Una camera da letto piccola e matrimoniale, dovrà puntare sostanzialmente su pochi mobili ben scelti. Il letto è l’elemento principale: non risparmiate mai su materassi e qualità delle reti. Scegliete letti semplici, possono essere in stile classico – magari con testiera in metallo – oppure con testiera imbottita, o infine modello orientale rasoterra, l’essenziale è che siano comodi e ampi. La cabina armadio potrà eventualmente essere ricavata in altri ambienti della casa, se non dovesse trovare posto nella stanza, per il semplice fatto che diventerebbe un elemento troppo incombente e quindi “soffocante”.

    Meglio lasciare la stanza ariosa, giocare molto con i punti luce, e con i cromatismi. Se, al contrario, la vostra camera da letto è molto ampia, allora potete gestire gli spazi con più agio. Scegliete un armadio profondo, possibilmente a scorrimento, e se amate lo stile “coloniale” o quello barocco, allora via libera ai letti a baldacchino e alle tende romantiche. Per il pavimento meglio scegliere il parquet, perché renderà più calda e accogliente la vostra stanza e sarà più piacevole camminarci a piedi nudi. Non riemepite l’ambiente di tappeti, per evitare che diventino ricettacoli di polvere e acari, e semmai sceglietene uno solo soffice e dai colori caldi. Anche in questo caso, giocate molto con le lampade e i punti luce e se i soffitti sono molto alti, potreste anche ricavare un soppalco in cui sistemare l’armadio o un piccolo studiolo di lavoro.

    Arredare la camera da letto: la scelta dei colori

    I cromatismi sono fondamentali quando si arreda una stanza da letto. La scelta dei colori dipende da tanti fattori, naturalmente, in primis le dimensioni della camera, lo stile di arredamento e la personalità del destinatario. In linea generale pareti scure tendono a rimpicciolire la stanza, ma anche a renderla più raccolta e intima, mentre se la vostra camera da letto è molto piccola, meglio lasciare le pareti chiare, anche se non necessariamente bianche. Le tonalità fredde – il celeste e l’azzurro, il verde, il rosa chiaro e il viola – sono rilassanti, mentre quelle calde – rosso, arancio, giallo, fucsia, mattone o ocra – sono stimolanti sul sistema nervoso e aiutano l’eros e la comunicazione. Esiste, poi, tutta una gamma “neutra” molto adatta ad una camera matrimoniale classica, ma anche ad una moderna e contemporanea: il grigio perla, il crema e l’avorio, il caramello, il tortora eccetera, colori con cui non si sbaglia mai anche in previsione di ulteriori cambi di arredamento. Se seguite il Feng Shui, infine, il consiglio è quello di optare per nuance che ricordino i colori della pelle: il rosa pallido, il color miele e l’avorio sono da prediligere.

    Arredare la camera da letto: l’importanza degli accessori

    Terminiamo con gli accessori, che sicuramente sono quelli con i quali possiamo conferire davvero personalità alla camera, sia moderna che classica, e anche apportare poche e semplici modifiche senza spendere troppo. Cercate di creare delle armonie cromatiche tra i colori di mobili, pavimento e pareti e tonalità di lenzuola e copriletti, cuscini, eventuali candele, tende, paralumi eccetera. Anche lavorando a contrasto. Ad esempio, per bilanciare una stanza da letto nei toni del rosa e del viola via libera agli accessori in tonalità “golden”.

    Una stanza tutta azzurra diventerà più calda e accogliente se inserirete accessori color legno, o con toni vinosi. Evitate sempre le piante dentro la camera da letto, perché sottraggono ossigeno, e semmai giocate con il fai da te, magari creando dei bei bouquet di fiori di stoffa per abbellire e ingentilire la stanza. Potete appendere dei quadri alle pareti, ma evitate gli eccessi (stile museo) e scegliete magari uno o due quadri grandi con una cornice bella ma non pesante. Per le camere da letto moderne e contemporanee andranno benissimo anche delle belle riproduzioni fotografiche semplici e senza cornice.