Come adottare un cane: una guida utile per i futuri padroni

da , il

    Cane

    Come adottare un cane – Siete alla ricerca di una guida utile, in quanto futuri padroni di un dolcissimo cagnolino? I cani sono considerati da sempre i migliori amici dell’uomo, ma sarebbe riduttivo continuare a definirli semplicemente così: sono, infatti, degli animali capaci di donare amore incondizionato, fedeltà e rispetto alla propria famiglia e di insegnare cosa voglia dire essere coraggiosi, forti, tenaci e moltissime altre cose. Ogni giorno, troppi cani vengono traditi, maltrattati ed abbandonati: i dati sono davvero spaventosi e, quindi, non mancano di certo i pelosi a quattro zampe a cui poter dare una casa e tanto amore. Ecco alcuni preziosi consigli per poter adottare un cane per la vita.

    Come adottare un cane: prime considerazioni

    Sono davvero moltissimi i cani in adozione: nei canili, nei rifugi e, purtroppo, spesso anche per strada. Che siano cuccioli, adulti o anziani o di taglia piccola, media o grande, femmine o maschi, non mancano davvero le anime in pena da aiutare. Come fare per adottare uno dei cagnolini in cerca di una casa? Prima di tutto, pensate bene alla vostra scelta: avere un cane è una responsabilità grande, in quanto questi animali non sono giocattoli e vanno trattati con rispetto, amore ed attenzioni, proprio come fareste con un figlio e, proprio come loro, i cani sono in grado di ripagare il tutto con una gioia immensa che chi non ha mai avuto un cane non può nemmeno lontanamente immaginare. Se siete pronti a prendervi cura di un cagnolino – in salute e non – e ad educarlo, facendo attenzione alle sue esigenze, tenete bene a mente che un cane non va scelto in base al suo aspetto fisico ma, soprattutto, al vostro stile di vita: se, ad esempio, siete delle persone particolarmente sedentarie, non andrà bene un cane che ha bisogno di molto movimento; così come se si tratta di un cane che ha subito dei maltrattamenti, dovrete essere pronti ad affrontare un percorso di rieducazione insieme ad un esperto. Ad ogni modo, per adottare un cane, dovete comunque disporre di tempo, perché un peloso a quattro zampe non è un peluche e, in quanto tale, ha bisogno di passare del tempo con voi, giocando ed uscendo per fare delle passeggiate. Che sia cucciolo, adulto o vecchietto poco importa, perché tutti richiedono attenzioni per motivi diversi: il cucciolo richiede molte energie e pazienza per essere educato ed anche socializzato; il cane adulto ha bisogno di attenzioni per ambientarsi e capire la sua nuova vita ed un vecchietto, invece, necessita dei riguardi di cui hanno bisogno anche le persone anziane, ma adottare un cane anziano è uno degli atti d’amore più grandi che si possano fare e, se decidete di farlo, sarete ricambiati da una gratitudine infinita.

    CONSIGLI PER L’ADOZIONE DI UN CUCCIOLO

    Come adottare un cane: l’iter da seguire

    L’iter da seguire per adottare un cane è finalizzato, soprattutto, alla protezione del cagnolino bisognoso che cerca casa. Che adottiate da un canile, da un rifugio o da un volontario privato, il percorso da svolgere è, più o meno, sempre lo stesso: spesso la scelta del cane avviene tramite Internet – vengono pubblicati gli appelli di adozione e le foto dei vari cani tratti in salvo – o di presenza. Solitamente, si inizia con un contatto via e-mail e telefonico con il volontario che segue il cane e, successivamente, avverrà un pre-affido: il volontario, infatti, si reca a casa dell’aspirante adottante per conoscere la situazione familiare, il luogo dove il piccolo andrà a vivere – per potersi assicurare che sia adeguato – e per la compilazione del questionario e del modulo di adozione che andrà firmato ed al quale andranno allegate le fotocopie della carta di identità e del codice fiscale dell’adottante. Il cane viene, poi, dato in adozione con vaccini, documenti in regola – compreso il microchip – e con l’obbligo di sterilizzazione – se non ancora effettuata – per la prevenzione di tumori ed altre patologie, oltre che per la lotta al randagismo. D’obbligo sarà anche provvedere al trattamento mensile contro pulci, zecche e zanzare ed alle cure veterinarie necessarie. Una volta adottato il piccolo, l’adottante avrà l’obbligo di mantenere i contatti con i volontari che, in seguito, effettueranno dei controlli post-affido per costatare se tutto procede bene e nell’interesse del cane, aiutandovi se insorgono dei problemi. Se le cose non dovessero andare bene, c’è sempre la possibilità di ridare indietro il cane – anche dopo anni – fermo restando che, se decidete di adottare un cane, dovrebbe essere per sempre, proprio come per i figli.

    SCOPRI COME ELIMINARE IL PELO DEL CANE E DEL GATTO DAI VESTITI

    Come adottare un cane: consigli

    Quando adottate un cane, cercate di informarvi il più possibile su questi meravigliosi animali e sul loro comportamento e linguaggio. Seguire un percorso di educazione sarebbe, inoltre, una bellissima esperienza da fare insieme al vostro peloso a quattro zampe: il vostro cane socializzerebbe con i suoi simili e con altre persone; voi imparereste di più riguardo al suo mondo ed il vostro rapporto si rafforzerebbe e ne trarrebbe solo beneficio. Infine, ricordate di non acquistare animali dai negozi: i cani non sono oggetti, ma esseri viventi con emozioni, affetti e paure che, per essere venduti, vengono tolti troppo presto dalla loro mamma e dai loro fratelli; oltre a crescere in condizioni pessime. Comprando dai negozi, alimenterete questo orribile giro, senza porvi fine.